rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Intervento tempestivo

Violenze al Pronto soccorso: "Più tutele per personale e pazienti"

A chiederlo, dopo l'episodio della scorsa settimane, Francesco Romualdi, coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia

Fa ancora discutere quanto accaduto la settimana scorsa al Pronto soccorso di Sondrio quando un uomo di 31 anni ha danneggiato la struttura e aggredito con un coltello personale sanitario e pazienti prima di essere bloccato e arrestato dai carabinieri.

Un campanello d'allarme, di certo non il primo, che ha indotto il coordinatore provinciale di Fratelli d'Italia Francesco Romualdi a chiedere interventi tempestivi per garantire una maggiore tutela nei confronti del personale del Pronto soccorso e dei pazienti.

"Alla luce dell’episodio della notte del 18 luglio, quando al Pronto soccorso dell’ospedale di Sondrio si è registrato il secondo caso di violenze ai danni degli operatori e della struttura in pochi mesi, Fratelli d’Italia chiede maggiori tutele per la sicurezza del personale e dei pazienti - ha sottolineato Romualdi -. Senza entrare nel merito dei fatti specifici, sui quali sono in corso le indagini da parte di magistratura e forze dell’ordine, si ribadisce la necessità, eventualmente istituendo un tavolo tra i rappresentanti degli enti interessati, di mettere in atto tutte le misure necessarie per garantire a chiunque graviti attorno al Pronto soccorso cittadino la doverosa tranquillità.

"Prendendo atto della recente promessa dell’Asst Valtellina e Alto Lario di introdurre la figura di una guardia giurata nelle ore notturne per regolamentare gli ingressi alla struttura - ha concluso Romualdi -, il coordinamento provinciale di Fratelli d’Italia auspica che la misura sia adottata in tempi brevi, sottolineando come le esigenze di sicurezza di operatori e pazienti rendano assolutamente urgente il provvedimento".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze al Pronto soccorso: "Più tutele per personale e pazienti"

SondrioToday è in caricamento