rotate-mobile
Così non va

Strade, verde, arredo pubblico: a Sondrio è scarsa la manutenzione

Varie situazioni di criticità vengono evidenziate da un'interpellanza presentata in occasione del consiglio comunale di lunedì da Rita Dioli (Futuro Insieme)

Nella conferenza capigruppo di venerdì 19 aprile il gruppo consiliare di Futuro Insieme ha depositato un'interpellanza, con primo firmatario il consigliere Rita Dioli  e controfirmata  da tutti i gruppi consiliari della minoranza, in cui si esprime forte preoccupazione per lo stato di trascuratezza in cui si trovano diverse zone della città.

Secondo i gruppi di minoranza, questo stato di trascuratezza è dovuto alla carenza degli interventi di manutenzione ordinaria che il Comune dovrebbe effettuare con regolarità per mantenere la sicurezza, nonché il decoro, dei percorsi transitabili e calpestabili di strade e aree pubbliche aperte alla frequentazione dei cittadini. Si parla di zone centrali, ma anche periferiche piuttosto popolose come la zona est della città (Via Brigata Orobica, Via Marinai d’Italia, via Europa) in cui il dissesto del manto stradale (buche, cunette che non fanno defluire l’acqua) dei marciapiedi e delle piste ciclabili è evidenziato con sempre maggiore preoccupazione da quanti vi abitano.

"In queste zone, densamente abitate, si osserva la totale disattenzione da parte del Comune per la cura del verde delle aiuole che delimitano i marciapiedi con erba alta, arbusti invadenti e talvolta non più vitali che invadono le aree in cui passano disabili, anziani, e adulti con bambini in carrozzina - scrive Rita Dioli nel documento -; si osserva anche trascuratezza e degrado negli arredi pubblici e carenza di pulizia in aree verdi pubbliche e piazze".

Non mancano, nell'interpellanza, riferimenti puntuali anche ad alcune zone del centro cittadino in cui lo stato di manutenzione degli arredi pubblici, giudicato per l'appunto molto carente, si evidenzia in molte fontane in cui gli impianti di erogazione, la pulizia delle parti monumentali e l’acqua contenuta mostrano problemi che, si augurano i gruppi di minoranza, possano essere superati al più presto per restituire in piena efficienza questi arredi, alcuni dei quali di pregevole fattura.

Le criticità

Nel dettaglio, le criticità evidenziate nell'interpellanza sono le seguenti:

  • nella zona est di Sondrio, in generale, e in particolare nelle vie Brigata Orobica, Marinai d’Italia e Piazza Radovljica, Europa si ha una persistente carenza di manutenzione ordinaria del manto stradale (buche, cunette non raccordate con il manto stradale e con tombini sopraelevati che non possono smaltire l’accumulo di pioggia), dei marciapiedi (dissesto e sconnessione della pavimentazione) e delle aiuole limitrofe (erba alta, arbusti secchi, siepi non potate), delle piste ciclabili (nelle aiuole adiacenti le chiome degli alberi sono ad altezza d’uomo e di ciclista),  degli spazi pubblici (fogliame e sporcizia, trascuratezza degli arredi, degrado generale);
  • in alcune aree verdi pubbliche e in particolare nei giardini di piazzale Bertacchi la manutenzione ordinaria del verde non compie la necessaria verifica della vitalità e della sicurezza degli alberi; in particolare si segnala la presenza di un enorme pino completamente secco (e quindi con stabilità precaria e preoccupante) nei pressi della giostra centrale; 
  • il manto stradale di numerose vie del centro (Via Trento, Via Alessi, Via Gavazzeni ecc.) e verso le frazioni (Via L.Mallero Cadorna-Via Gombaro e cantiere ciclopedonale Sondrio-Ponchiera), sia esso in porfido o asfaltato, mostra profonde sconnessioni, buche (talvolta con presenza di materiale residuo quale sassi e blocchetti di porfido) e avvallamenti; e che questi ultimi, in caso di pioggia, generano ristagno e ampie pozze d’acqua (definirle pozzanghere è riduttivo);
  • pregevoli opere di arredo pubblico come le fontane e in particolare la Fontana all’angolo Via Trieste/Via XXV Aprile (Palazzo I.N.A.I.L.), la fontana inserita nel monumento davanti al Tribunale, la fontana della rotonda di Viale Milano all’ingresso della città, le fontane di Piazza Garibaldi, la fontana dei giardini Sassi e altre, sono mantenute in uno stato di trascuratezza e scarsa pulizia sia per quanto riguarda la struttura monumentale, sia per quanto riguarda il funzionamento dell’impianto e l’acqua che vi scorre;

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strade, verde, arredo pubblico: a Sondrio è scarsa la manutenzione

SondrioToday è in caricamento