Bandiera bianca

Sondrio, si è dimessa la garante dei diritti dei detenuti

Orit Liss in un breve messaggio ha rimarcato "la mancata presa in considerazione delle problematiche e difficoltà espresse in questi anni"

Lo aveva preannunciato nel corso della recente commissione consiliare tenutasi a palazzo Pretorio in cui aveva espresso tutte le sue difficoltà a svolgere il ruolo in maniera consona, ma ora la decisione è stata presa in maniera concreta: Orit Liss si è dimessa dall'incarico di garante dei detenuti del carcere di Sondrio.

Lo ha fatto inviando una breve comunicazione di cui è stata data lettura in avvio della seduta del consiglio comunale di ieri pomeriggio. Tra le motivazioni riportate da Orit Liss per spiegare la scelta di dimettersi, la "mancata considerazione delle problematiche e delle difficoltà espresse in questi anni" e il fatto che "l'assessore Piasini non abbia capito in pieno tali problematiche". Tutte ragioni che hanno fatto ritenere a Orit Liss che non ci fossero più "le condizioni per proseguire nel mandato" e l'hanno così portata a rassegnare le dimissioni.

Termina dunque il mandato di Orit Liss, ma ora l'amministrazione comunale dovrà trovare un successore (il mandato avrebbe avuto la sua scadenza naturale ad aprile) e rimane dunque il problema di riuscire a conciliare norme nazionali con quelle locali, di instaurare un dialogo con l'amministrazione penitenziaria e di mettere il garante dei detenuti nelle condizioni migliori per poter svolgere il proprio compito.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, si è dimessa la garante dei diritti dei detenuti
SondrioToday è in caricamento