rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Politica Tirano

Officina Tirano, una nuova lista civica per un cambio di passo

Alcuni tiranesi insoddisfatti dell'Amministrazione Spada al lavoro da settimane per offrire un'alternativa. Isabella Ciapponi Landi e Michele Della Vedova i portavoce

A Tirano si cerca un'alternativa all'attuale Amministrazione comunale. Da alcune settimane, infatti, è nato il laboratorio civico “Officina Tirano”, con l'obiettivo di "riunire tutte le forze in campo e presentare una squadra forte ed autorevole, per far sì che Tirano possa cambiare passo e tornare finalmente a giocare il ruolo che merita nel panorama provinciale". Mentre si cerca il nome del candidato sindaco che andrà a sfidare Sonia Bombardieri, i portavoce del progetto sono Isabella Ciapponi Landi e Michele Della Vedova. 

Sono loro a raccontare come nasce “Officina Tirano”. "In questi ultimi anni molti cittadini hanno espresso pubblicamente sui social e sulla stampa locale la propria insoddisfazione nei confronti dell’amministrazione su svariati temi, quali la scarsa pulizia della città, la gestione del verde, la segnaletica caotica e obsoleta, la manutenzione deficitaria degli edifici scolastici, senza ricevere risposte (e sebbene l’emergenza Covid sia fortunatamente alle spalle da ormai due anni)".

I temi sono tanti e variegati. "Nei prossimi anni Tirano sarà chiamata ad affrontare sfide nuove ed importanti: la definizione di un nuovo assetto urbanistico a conclusione dei lavori della tangenziale e i giochi olimpici Milano-Cortina 2026 sono soltanto due delle grandi sfide che saremo chiamati ad affrontare, ma non dimentichiamo i tanti progetti cittadini “sbandierati” dall’amministrazione e mai realizzati: dalla riqualificazione del centro storico alla creazione di nuovi parcheggi e piste ciclabili, dalla sistemazione dei parchi cittadini al rilancio delle frazioni, che si sommano ai problemi irrisolti del nostro territorio, come la difesa del diritto alla salute, i trasporti, la mobilità e la sostenibilità ambientale. Anche l’aumentata presenza turistica a Tirano, per merito della Ferrovia Retica e dell’imprenditoria privata e che rappresenta un’importante opportunità economica per la città, nasconde il rischio, se non debitamente governata dall’amministrazione comunale, di influire in modo negativo sull’immagine di Tirano e di creare disagi sia ai cittadini, sia ai visitatori", spiegano Ciapponi Landi e Della Vedova. 

Da “Officina Tirano” ritengono che, per fare fronte alle tante sfide all'orizzonte, occorrano "concretezza e un progetto civico condiviso che parta dalla voce di chi a Tirano vive e lavora e che guardi ad un arco temporale di 10-15 anni, consapevoli che è in gioco il futuro di Tirano e dei suoi cittadini, in primis dei più giovani". Per questo rivolgono un appello a tutti coloro – cittadini e forze politiche - che hanno a cuore Tirano e che desiderano impegnarsi per dare vita a un cambiamento necessario e non più rinviabile. "Insieme potremo cambiare Tirano e tornare ad essere i protagonisti della città di domani", concludono i portavoce della neocostituita lista civica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Officina Tirano, una nuova lista civica per un cambio di passo

SondrioToday è in caricamento