Economia Chiesa in Valmalenco

Turismo, positivo il primo bilancio della stagione estiva per il consorzio Sondrio e Valmalenco

Numeri in crescita anche grazie al turismo di prossimità e alla voglia di stare a contatto con la natura, tendenze "favorite" dalla pandemia ancora in atto

Al termine di una stagione estiva che egli stesso si augura “non ancora conclusa”, il direttore del Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco Roberto Pinna ha messo a confronto l’estate 2021 con quella dell’anno scorso. Entrambe contrassegnate dalla pandemia da Covid-19, per Pinna “questa è stata una stagione estiva caratterizzata dal fatto che la gente ha dimostrato una maggiore voglia di viaggiare, complice anche una maggiore sicurezza e più tranquillità dal punto di vista sanitario. Il virus circola ancora ma, rispetto all’anno scorso, la situazione sembra essere in miglioramento".

Prudenza e vacanze più brevi

Ciononostante, per Roberto Pinna i turisti viaggiano un po’ ancora con il “freno a mano tirato”, con una certa prudenza: "dai dati in nostro possesso, penso di potere affermare che sia ancora in atto una tendenza a ridurre la distanza degli spostamenti, anche subito dopo l’allentamento delle restrizioni. - ha sottolineato Pinna - Vengono privilegiate le mete turistiche domestiche e il periodo di permanenza in villeggiatura viene ridotto".

Per il direttore del Consorzio turistico Sondrio e Valmalenco, permane un’altra tendenza figlia del Covid-19, la ricerca di una vacanza a contatto con la natura: "La gente evita mete rinomate - spiega - e predilige luoghi più tranquillo e meno affollati, dove potere stare maggiormente all’aria aperta".

Turismo "nazionale"

Stando a quanto riporta il consorzio, finalmente si sono rivisti gli stranieri ma sono ancora gli italiani a far registrare i numeri maggiori in termini di presenze.

"Proponiamo vacanze sempre più rivolte alle famiglie e che consentano di andare alla scoperta della natura - sottolinea Pinna -; in questo modo, la Valmalenco e il nostro mandamento sono riusciti a conquistarsi un interesse sempre maggiore da parte del mercato italiano. Un soggiorno a stretto contatto con la natura e dotata anche di ogni confort risponde alle esigenze e alle aspettative di chi sceglie di trascorrere le vacanze nella nostra valle".

I numeri, insomma, sono in crescita, come lo stesso Pinna conferma: "Abbiamo numeri e dati che confermano il trend positivo già rilevato nella passata stagione. La fiducia della clientela, in particolare quella italiana, è in crescita. Siamo convinti che il mercato domestico possa costituire una base importante dalla quale ripartire con ottimismo e prudenza anche per le prossime stagioni. Crediamo in una ripartenza graduale verso una “nuova normalità”. Nel complesso, dopo i primi sei mesi dell’anno molto complessi, ci attendiamo una buona stagione invernale".

In quest’ottica il Consorzio Turistico Sondrio e Valmalenco continuerà a investire in servizi per il territorio, offrendo vacanze sicure e di qualità, tra paesaggi incontaminati, esperienze memorabili e attività uniche».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, positivo il primo bilancio della stagione estiva per il consorzio Sondrio e Valmalenco

SondrioToday è in caricamento