rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
In vista dell'elezione

Confindustria Lecco e Sondrio: tre valtellinesi nel nuovo consiglio di presidenza

Ecco il programma e gli uomini scelti dal presidente designato dell'associazione di categoria

Il Consiglio Generale di Confindustria Lecco e Sondrio ha approvato ieri, lunedì 22 aprile, la proposta per la squadra di presidenza del presidente designato Marco Campanari, che in occasione della riunione di Consiglio ha anche presentato il programma di mandato.

Comporranno il Consiglio di Presidenza Mario Moro (Bresaole Del Zoppo di Buglio in Monte), vicepresidente designato, e i consiglieri designati Sergio Arcioni (T.S.A. Torcitura Serica Arcioni di Mandello del Lario), Valentina Cogliati (Elemaster di Lomagna), Roberto Crippa (Technoprobe di Cernusco Lombardone), Marco Galbiati (Galbiati di Sirone), Paolo Mainetti (Valtecne di Berbenno di Valtellina), Rosa Molinari (Defremm di Lecco), Roberto Morganti (Morganti Insurance Brokers di Lecco), Aristide Stucchi (A.A.G. Stucchi di Olginate) e Elena Maria Carla Torri (ICMA SB di Mandello del Lario).

Come previsto dallo Statuto, spetterà all’assemblea dei soci in calendario il 15 maggio procedere con l’elezione del presidente, del vicepresidente e dei consiglieri.

Completeranno il Consiglio di Presidenza Gianluca Bonazzi (Bonazzi Grafica di Sondrio), che assumerà la carica di Presidente della Piccola Industria attualmente ricoperta dallo stesso Marco Campanari, e il Presidente del Gruppo Giovani Imprenditori in carica, Stefano Fumagalli (Novaresin di Nibionno).

“Ringrazio tutti i colleghi che hanno riposto fiducia in me e nel gruppo di imprenditori che andranno a comporre il nuovo Consiglio di Presidenza di Confindustria Lecco e Sondrio. La disponibilità, del vicepresidente e dei consiglieri che sono stati designati oggi, nel mettersi al servizio dell’associazione, ha consentito la composizione di una squadra variegata per le caratteristiche dei profili imprenditoriali, per i settori rappresentati, con il giusto connubio di esperienze nell’ambito dell’attività associativa - ha commentato Marco Campanari -. L’articolazione del Consiglio in profili eterogenei e fra loro complementari è una ricchezza e sono certo non mancheranno freschezza di idee e stimoli per un’Associazione sempre più rappresentativa, autorevole ed efficace nella sua attività a fianco delle imprese, che sia orientata all’ascolto, alla condivisione e al confronto”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Confindustria Lecco e Sondrio: tre valtellinesi nel nuovo consiglio di presidenza

SondrioToday è in caricamento