Venerdì, 6 Agosto 2021
Economia

Creval, finisce l'era Lovaglio: la lettera di saluto ai dipendenti

L'oramai ex amministratore delegato ai colleghi: «Fatto insieme un ottimo lavoro, realizzato quello che ci eravamo ripromessi, anche prima del previsto, frutto dell'intenso impegno, della dedizione e della perseveranza che avete ogni giorno riservato alla Banca ed ai nostri Clienti.Non ho mai dubitato che ce l'avremmo fatta. Vorrei potervi stringere tutti in un forte abbraccio»

Luigi Lovaglio lascia il Credito Valtellinese. Dopo la completa acquisizione della banca valtellinese da parte di Credit Agricole Italia, il direttore generale, in carica dal 15 ottobre 2018, ha rassegnato le sue dimissioni in occasione dell'assemblea dei soci in calendario oggi, venerdì 18 giugno 2021.

Per salutare i dipendenti dl Creval, forte di una vendita fruttuosa, Lovaglio ha scritto una lettera a tutti i colleghi. Di seguito la missiva inviata in mattinata:

Care Colleghe e cari Colleghi,

Oggi è il mio ultimo giorno in Creval, ma le sue Persone resteranno sempre nella mia mente e nel mio cuore. E' stato un lungo "viaggio" che mi ha arricchito giorno dopo giorno, grazie a voi.

Abbiamo fatto insieme un ottimo lavoro, realizzato quello che ci eravamo ripromessi, anche prima del previsto. E' stato il frutto dell'intenso impegno, della dedizione e della perseveranza che avete ogni giorno riservato alla Banca ed ai nostri Clienti, in modo ancora più generoso nel periodo buio della pandemia.

Non ho mai dubitato che ce l'avremmo fatta. Ero sicuro di avere la squadra giusta, che stavamo andando nella giusta direzione e che anche se il vento soffiava forte eravamo saldamente ancorati ai nostri valori.

Vi ringrazio per tutto questo, per il calore che mi avete fatto sentire, per il rispetto e la fiducia che mi avete dimostrato.

Avete davanti a voi un nuovo periodo di soddisfazioni da cogliere, ne sono certo.

Continuate così.

"Non c'è passione nel vivere in piccolo, nel progettare una vita che è inferiore alla vita che potresti vivere", diceva Nelson Mandela.

Questo è l'invito che vi vorrei lasciare. Io ho provato a seguirlo in tutti questi anni, nei diversi paesi e con le migliaia di persone di differenti nazionalità con le quali ho lavorato. E anche grazie a questo ho avuto la fortuna di conoscere Voi.

Vorrei potervi stringere tutti in un forte abbraccio,

Luigi Lovaglio

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Creval, finisce l'era Lovaglio: la lettera di saluto ai dipendenti

SondrioToday è in caricamento