rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Attualità

Ecco come gli architetti si immaginavano la riqualificazione di Villa Quadrio: la mostra

A Sondrio dal 1° al 14 novembre a Palazzo Pretorio sarà possibile vedere gli elaborati presentati da 36 studi professionali di tutta Italia per rigenerare gli spazi urbani tra biblioteca, scuola e oratorio

A poche settimane dall'ufficializzazione dei risultati del Concorso di progettazione per la riqualificazione dei giardini di Villa Quadrio, del parcheggio della Scuola primaria Paini, del collegamento pedonale e ciclabile con la chiesa di San Rocco e gli spazi antistanti, mercoledì 1° novembre, ha aperto la mostra dei 36 progetti presentati organizzata dal Comune con l'Ordine degli architetti provinciale e il Consiglio nazionale degli architetti.

Si potrà visitare fino al 14 novembre, da lunedì a sabato, dalle ore 9 alle ore 18, nella Sala mostre al piano terra di Palazzo Pretorio, in piazza Campello. L'inaugurazione ufficiale, alla presenza del sindaco Marco Scaramellini e dell'assessore all'Urbanistica, all'Ambiente e alla Mobilità Carlo Mazza, di rappresentanti della Commissione che ha valutato i progetti e dell'Ordine degli architetti provinciale, si terrà venerdì 3 novembre alle ore 17.

Locandina mostra

Il progetto vincitore

I 36 elaborati presentati da studi di professionisti di tutta Italia saranno illustrati attraverso tavole e immagini realizzate al computer per riassumere idee e soluzioni individuati per la riqualificazione di una zona nella quale sono presenti servizi pubblici importanti quali scuola, biblioteca, chiesa e casa diriposo. Il progetto vincitore è risultato quello a firma dello studio GGA di Rimini, degli architetti Alice Gardini, Nicola Gibertini e Edoardo Quattrucci con l'ingegner Arturo Montanelli. A prevalere, secondo la Commissione composta dagli architetti Camillo Botticini, presidente, Marco Ghilotti, Enrico Scaramellini e Andrea Forni e dall'ingegner Luca Gadola, coordinata dall'architetto Alfredo Vanotti, con l'ingegner Martina Scieghi dell'Ufficio tecnico comunale, sono stati gli aspetti legati alla distribuzione e alla proporzionalità degli spazi pubblici e l'utilizzo del cemento architettonico anche in funzione decorativa a garantire la riconoscibilità dell'intervento e la fruibilità. È stato apprezzato il disegno del sagrato della chiesa di San Rocco per la sua capacità di valorizzare lo spazio aperto in sintonia con le architetture circostanti e le esigenze di valorizzazione urbana.

"La mostra rende pubblici i progetti dei professionisti competenti ed esperti che hanno partecipato al concorso per riqualificare una zona importante della nostra città - spiega l'assessore Mazza - ed è l'occasione, per i tecnici come per i semplici cittadini, di conoscere le soluzioni prospettate e di comprendere le scelte della Commissione. Un'anticipazione su come verranno trasformati i giardini di Villa Quadrio, i collegamenti ciclabili e pedonali e la piazza San Rocco una volta realizzato il progetto vincitore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco come gli architetti si immaginavano la riqualificazione di Villa Quadrio: la mostra

SondrioToday è in caricamento