rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Olimpiadi invernali Milano Cortina2026

I Giochi entrano in classe per far "respirare" le Olimpiadi

Lo sport come occasione di partecipazione attiva nella comunità, momento di crescita e strumento di inclusione: al via il progetto “Milano Cortina 2026 nelle scuole – Valtellina”

Avvicinare i giovani della provincia di Sondrio alle Olimpiadi, per far "respirare loro il profumo della manifestazione". È l'obiettivo del progetto “Milano Cortina 2026 nelle scuole - Valtellina", promosso da APF per portare le Olimpiadi e le Paralimpiadi nelle classi di Valtellina e Valchiavenna, declinando sul territorio i principi dell’Education Programme Gen 26, ideato dal Comitato Organizzatore di Milano Cortina 2026. Alla conferenza stampa hanno preso parte, tra gli altri, Elio Moretti, Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Azienda di Promozione e Formazione della Valtellina (APF Valtellina) e Sergio Schena, membro del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Milano Cortina 2026.

L'iniziativa vuole ispirare attraverso i valori fondativi dello sport: questa la mission del Programma Education Gen26 che si propone così di stimolare l’impegno nello sport in quanto aspetto fondamentale per migliorare le proprie vite e contribuire al benessere dell'intera comunità. L'obiettivo principale dell’iniziativa è quindi coinvolgere attivamente i giovani studenti nel percorso verso i prossimi Giochi Olimpici e Paralimpici invernali di Milano Cortina 2026, in una visione organica dello sport, in quanto opportunità di crescita personale e strumento di inclusione e partecipazione attiva.

APF Valtellina, considerato il ruolo da protagonista della provincia di Sondrio nei prossimi Giochi invernali, ha voluto così attuare a livello locale l’Education Programme GEN26, articolando iniziative dedicate al territorio che mirano al coinvolgimento della popolazione locale e in particolar modo dei giovani studenti. Molteplici sono gli obiettivi dell’iniziativa: accrescere l’orgoglio e l’appartenenza a un territorio che ospiterà alcune tra le più importanti gare di un’edizione dei Giochi Olimpici; diffondere maggiore consapevolezza di tutto quello che accadrà nel 2026 e accrescere la conoscenza del territorio e delle sue peculiarità; rendere gli studenti partecipi di un percorso che mira ad approfondire i valori più importanti che le Olimpiadi portano con sé (fair play, partecipazione, impegno, coraggio, miglioramento di sé, uguaglianza solo per citarne alcuni) e coinvolgere i ragazzi affinché possano essere parte attiva nella delivery dei Giochi, trovando anche spazio nei programmi di “reclutamento volontari”, che rappresentano un’opportunità unica di arricchimento formativo, umano e professionale.

L'incontro con i ragazzi

Nell’intento di aumentare nei giovani la conoscenza e la consapevolezza delle caratteristiche e delle peculiarità del territorio valtellinese, nel quale prodotti agroalimentari ed enogastronomia rivestono un ruolo fondamentale, è stato coinvolto nel progetto Distretto Agroalimentare di Qualità della Valtellina, che è Official Supporter dei Giochi Olimpici e Paralimpici Invernali di Milano-Cortina 2026. Dal 12 aprile al via le iniziative nelle scuole della Valtellina Per l’anno scolastico corrente il progetto si svilupperà attraverso un primo ciclo di incontri tra studenti delle scuole secondarie di secondo livello, con una rappresentanza del team di Fondazione Milano Cortina 2026. L’iniziativa si integra con quanto già attivato dalle due venues Bormio e Livigno che, grazie al successo delle rispettive attività di coinvolgimento degli studenti, sono da ritenersi a tutti gli effetti delle best practices da replicare sul resto del territorio, grazie anche alla collaborazione di istituti e amministrazioni comunali.

Venerdì 12 aprile, è particolare previsto il primo incontro presso il Polo Liceale Città di Sondrio; nelle settimane successive sarà la volta dell’Istituto Tecnico Industriale "E. Mattei" a Sondrio, e degli Istituti di Istruzione Superiore "P. Saraceno e G. P. Romegialli" di Morbegno e "Balilla Pinchetti” di Tirano. Dall’autunno 2024 e fino all’appuntamento olimpico del 2026 sono in programma altre iniziative rivolte ai giovani, che vedranno anche il coinvolgimento delle scuole primarie e secondarie di primo grado. Fondamentale la disponibilità da parte dell’Ufficio Scolastico Territoriale di Sondrio nel supportare l’iniziativa e a permettere così di dare attuazione concreta al programma.

Sinergia con il territorio e coordinamento e coinvolgimento di altre iniziative già presenti sul territorio. “Milano Cortina 2026 nelle scuole - Valtellina", si inserisce nel contesto provinciale con l’obiettivo di favorire la massima sinergia possibile tra i territori e in merito alle iniziative già presenti. Prospettiva, questa, che rientra tra le priorità di APF Valtellina, come sottolineato durante la conferenza stampa dal Presidente Moretti, e su cui APF sta già lavorando anche in riferimento alla propria pianificazione strategica globale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I Giochi entrano in classe per far "respirare" le Olimpiadi

SondrioToday è in caricamento