rotate-mobile
Poker di prestigio

Mondiali di rafting: è ancora grand'Italia

En-plein di titoli iridati nella specialità di slalom. E gioiscono pure tre atlete valtellinesi

Non si ferma più l'Italia ai mondiali di rafting in corso di svolgimento lungo il fiume Adda in Valtellina: dopo le medaglie conquistate ieri nella prova di Downriver, oggi nella specialità di slalom è arrivato addirittura un poker di titoli iridati.

La copertina la merita l'equipaggio femminile di “Italia 1” formato da tre valtellinesi (Sara Amonini, Francesca Fontanive, Silvia Venturini) e da Francesca Leonardi che ha completato il quartetto. Le azzurre nella seconda manche hanno risalito la classifica e hanno chiuso con il totale di 169,18, davanti a Giappone 1 (172,59 dopo il 174,62 che era stata la miglior prestazione della prima manche) e al Cile, terzo in 174,97.

Doppia medaglia nella prova del para rafting con "Italia 1" già in testa nella prima manche che si è confermata in vetta e migliorata nella seconda discesa (168,47), mentre "Italia 2" già nella piazza d'onore dopo la prima prova, si è a sua volta migliorata, portando a casa la medaglia d'argento con il riscontro di 170,64. A completare il podio il Cile 1. Vale la pena di ricordare che, nella specialità dello slalom, per la compilazione della classifica e l'assegnazione delle medaglie si tiene in considerazione solo una delle due discese e cioè quella in cui ogni equipaggio ha fatto segnare il proprio miglior tempo.

Altra doppietta nella gara mixed (due uomini e due donne): grazie al 146,67 della prima manche, infatti, l'equipaggio di "Italia 2" si è assicurato la medaglia d'oro, mentre con il 147,89 della seconda discesa "Italia 1" (con la valtellinese Sara Amonini a bordo) è salita sul secondo gradino proprio del podio. A conquistare il bronzo, l'equipaggio di Colombia 1 che, dopo una prima discesa nelle retrovie, ha chiuso la seconda manche in 150,28 ottenendo così per l'appunto la terza posizione finale.

Infine, il quarto titolo mondiale per l'Italia (in realtà il primo in ordine di tempo) è arrivato nella gara maschile: gli azzurri di "Italia 1" secondi nella prima manche con il riscontro di 138 (comprensivo di tempo e penalità accumulate lungo il percorso) alle spalle di Giappone 1 (135,53) nella seconda manche hanno sopravanzato gli atleti del Sol Levante grazie al loro 132,30, contro il 134,81 degli asiatici. Terzo posto per Brasile 1 che con il 135,32 della seconda manche ha sopravanzato i connazionali di Brasile 2. 

Domani terza giornata (sulle quattro totali) di gara con la specialità di RX maschile e femminile con semifinali e finali in programma dalle 20 alle 22, dunque in orario serale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mondiali di rafting: è ancora grand'Italia

SondrioToday è in caricamento