rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Politica

Un voto di protesta per difendere la sanità: "Consegnate la scheda bianca"

La proposta del movimento popolare “Rinascita Morelli Autonomo” in vista delle elezioni di domenica: "Si consideri la 'questione sanità di montagna' alle urne"

Come è noto, il tema della sanità di montagna è molto sentito in Alta Valtellina. Le sorti dell'ospedale "Eugenio Morelli", tra chiusure e sospensioni, hanno destato non poche preoccupazione negli ultimi anni tra la popolazione. Giunti oggi a pochi giorni dalle elezioni, la tentazione di "far sentire" il proprio malcontento nell'urna è grossa. Il movimento popolare “Rinascita Morelli Autonomo”, in queste settimane, ha voluto aprire una verifica tra i propri aderenti e sostenitori in vista delle politiche del prossimo 25 settembre 2022, ricevendo suggerimenti, considerazione ed indicazioni.

Nei colloqui, dopo esser "emersa ampiamente l’intenzione del non voto ai partiti in questi anni al governo di Regione Lombardia, in particolare la 'Lega-Salvini Premier', ritenuta quale principale responsabile della drammatica situazione della nostra sanità di montagna, sono stati prospettati vari scenari ed avanzate diverse ipotesi e/o proposte", fanno sapere dal movimento. 

"In primis, va sottolineato che non pochi aderenti-sostenitori hanno dichiarato la volontà di non andare a votare. La maggioranza, seppur relativa, ha tuttavia espresso l’intenzione di presentarsi al seggio elettorale ma di votare scheda bianca, ritenendo che nessun partito abbia rappresentato e difeso le istanze dei cittadini in merito alla questione 'sanità di montagna'. Naturalmente è stata anche manifestata l’intenzione di voto per quel partito o quell’altro", proseguono dall'associazione presieduta da Ezio Trabucchi.

"Alla luce delle ipotesi e per le ragioni sopra ricordate - indicano dal movimento - evidenziamo, quale valutazione condivisa quasi unanimemente, l’indisponibilità a votare i partiti in questi anni al governo di Regione Lombardia; segnatamente Forza Italia, Fratelli d’Italia e la Lega-Salvini Premier. Questa è l’unica posizione che accomuna gli aderenti e sostenitori del movimento". In questa direzione va la proposta, "nel pieno rispetto della libertà di voto dei propri aderenti e sostenitori, di consegnare la scheda bianca". Il movimento confida, in ogni caso, "che i propri aderenti e sostenitori vorranno considerare la 'questione sanità di montagna' nelle urne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un voto di protesta per difendere la sanità: "Consegnate la scheda bianca"

SondrioToday è in caricamento