rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Missione umanitaria

Partiti i primi aiuti per i profughi che fuggono dalla guerra in Ucraina

Sono ben otto i camion, carichi di beni di prima necessità donati da cittadini e aziende della provincia di Sondrio che in questi giorni raggiungeranno le città di Polonia e Romania al confine con il Paese martoriato dalla guerra dove si stanno radunando migliaia di profughi

Dopo aver raggiunto, nella giornata di ieri Pisa e la sede dell'associazione di Protezione civile Pubblica assistenza Fornacette grazie alla disponibilità di Matteo De Campo e del Gruppo Maganetti, questa mattina il primo camion di auiti umaniteri raccolti in provincia di Sondrio, grazie alle generose donazioni di privati cittadini e aziende è partito alla volta del confine tra Polonia e Ucraina, dove sono ormai decine di migliaia i profughi che fuggono dalla guerra in cerca di aiuto e di riparo dalle bombe.

profughi 2-2-3

Oltre le aspettative

L'iniziativa, promossa da alcuni volontari e che ha poi visto il coinvolgimento anche di alcune amministrazioni dell'Alta Valle, che hanno messo a disposizione vari centri di raccolta, ha fatto emergere ancora una volta il grande cuore di valtellinesi e valchiavennaschi, le cui donazioni hanno letteralmente superato le aspettative.

In totale, da oggi a questo fine settimana, saranno ben otto i bilici che raggiungeranno non solo la città di Myslowice, in Polonia, ma anche Sighetu Marmatiai, cittadina romena di confine con l’Ucraina. Proprio in questa località ad "accompagnare" gli aiuti umanitari e a fornire assistenza ai profughi ci sarà anche la sondalina Giovanna Muscetti che fa parte del gruppo dei volontari che fanno parte di questa spedizione. 

"La nostra missione umanitaria va avanti spedita, - ha raccontato proprio Giovanna Muscetti - siamo tutti molto contenti".

profughi 3-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Partiti i primi aiuti per i profughi che fuggono dalla guerra in Ucraina

SondrioToday è in caricamento