rotate-mobile
il comunicato / Piantedo

Jet precipitato sul Legnone, Leonardo: "Prematuro formulare qualsiasi ipotesi"

La posizione dell'azienda titolare del velivolo schiantatosi contro la montagna

"Allo stato attuale delle indagini è del tutto prematuro formulare qualsiasi ipotesi sulle cause dell’incidente". A dichiararlo è Leonardo, l'azienda titolare dell'aereo precipitato contro il monte Legnone nella tarda mattinata di mercoledì 16 marzo 2022.

"Il velivolo coinvolto nell’incidente era un M-346 che stava effettuando un volo con a bordo un pilota collaudatore di Leonardo e un pilota istruttore di una società esterna, che sono riusciti a completare la manovra di eiezione. Purtroppo, però, il pilota istruttore della società esterna è deceduto" si legge in una nota dell'azienda aeronautica. 

Leonardo: "Istituita una commissione interna"

"Il velivolo era decollato dallo stabilimento di Venegono Superiore (Varese) alle ore 11.00 circa a valle dei controlli previsti per autorizzarne il volo, completati appena prima del decollo ed effettuati in conformità al piano ispettivo autorizzato dalle Autorità competenti. Il piano di volo comprendeva test finalizzati a dimostrare specifiche capacità già collaudate nel corso di diversi voli effettuati in precedenza" prosegue la comunicazione. 

Alle ore 11.35 circa si perdeva il contatto con il velivolo. "Grazie all’intervento tempestivo dei soccorsi il relitto veniva individuato nei pressi di Colico (Monte Legnone), tra le province di Como e Lecco. I vertici di Leonardo esprimono il più profondo cordoglio per la scomparsa del pilota e si uniscono al dolore della famiglia" conclude la nota stampa di Leonardo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Jet precipitato sul Legnone, Leonardo: "Prematuro formulare qualsiasi ipotesi"

SondrioToday è in caricamento