rotate-mobile
Domenica, 4 Dicembre 2022
Progetti ambiziosi

Valtellina Wine Trail: per il decennale un'edizione lunga una settimana

Per il 2023 gli organizzatori, soddisfatti dal bilancio di quest'anno, pensano a una serie di sorprese ed eventi "di contorno"

A pochi giorni dal grande appuntamento con la Valtellina Wine Trail, per chi è abituato ad andare di corsa è già tempo di guardare al futuro: archiviata la nona si guarda alla prossima edizione, quella del decennale. Una data già c'è, l'11 novembre 2023, ma il programma è ancora da scrivere e tutto lascia supporre che i giorni immediatamente precedenti riserveranno delle sorprese: i due giorni di oggi potrebbero diventare cinque domani, allungando la festa ed esaltando il binomio sport e territorio.

I numeri

Le sollecitazioni in questo senso non sono mancate e gli organizzatori ci stanno riflettendo, alla luce dei risultati straordinari di un'edizione da record. I numeri impressionano: le 32 nazioni rappresentate, i 3000 pettorali esauriti con settimane di anticipo, le moltissime richieste insoddisfatte per partecipare alle gare sui 12, 21 e 42 chilometri, in 11 Comuni, i 200 tra bambini e ragazzi che hanno salutato il gradito ritorno della Mini Wine Trail, i 10 equipaggi per l'esordio del percorso non competitivo per joëlette, che ha consentito a persone disabili di condividere l'entusiasmo di esser parte di un grande evento, in collaborazione con l'associazione Dappertutto. La Valtellina Wine Trail ha accolto anche gli atleti con disabilità del "Team 3 Gambe in Spalla" impegnati sulle diverse distanze.

Ma le persone presenti erano molte di più, tra familiari e amici, con alberghi e bed and breakfast a Sondrio e dintorni, fino alla Bassa e a tutta la Media Valtellina al completo da settimane. Sabato scorso, per tutto il giorno, gli addetti di Astel Teglio hanno scarrellato a mano e poi cucinato i prelibati pizzoccheri e una lunga coda si è formata al bancone all'interno dell'ampia tensostruttura. Le lunghe tavolate si sono presto riempite, arrivo dopo arrivo, senza mai svuotarsi. L'atmosfera di festa ha contagiato la città e molte persone si sono assiepate non soltanto in piazza Garibaldi, sul traguardo, ma anche lungo le vie transennate per applaudire gli atleti nel loro sforzo finale.

Sport e territorio

La Valtellina Wine Trail ancora una volta ha acceso i riflettori sul territorio nel suo massimo splendore, indorato dai colori di un autunno insolitamente tiepido, è entrata nelle cantine, aprendosi un varco tra enormi botti nelle quali si affinano i corposi rossi nati dal vitigno Nebbiolo, ha attraversato le vigne insinuandosi tra i filari, si è inerpicata lungo i muretti a secco manifesto di una tradizione secolare, ha superato antichi castelli e maestose chiese. Le immagini degli atleti impegnati nello sforzo agonistico e gli scenari suggestivi, veicolati dai profili social, hanno garantito una straordinaria eco mediatica. È la Valtellina Wine Trail, unica e irripetibile. La manifestazione che nel 2023 festeggerà il suo decennale, nata per l'intuizione di un gruppo di amici, nell'edizione che ha festeggiato il ritorno alla normalità, si è confermata per quello che è: uno straordinario strumento di promozione del territorio con potenzialità ancora da sviluppare.

Valtellina_WIne_Trail_

A gioire per il grande successo sono innanzitutto gli organizzatori, il presidente della Valtellina Wine Trail Simone Bertini, Michele Rigamonti, Marco De Gasperi, Emanuele Manzi e Riccardo Frizziero, insieme a loro i 400 volontari che hanno garantito la logistica e i servizi lungo tutto il percorso, tra cui i gruppi di Protezione civile, la Croce Rossa, gli Alpini, il Cai, le Pro Loco e le associazioni sportive del territorio: Atletica Alta Valtellina, Csi Tirano, Castelraider, Gruppo sportivo Chiuro, Gruppo sportivo Castionetto, i Dolcissimi, K2 Valtellina. Coinvolto anche il mondo della scuola, con gli studenti dell'Istituto Agrario che hanno vissuto una giornata fuori dalle aule fornendo il loro contributo a un progetto del territorio. Dopo settimane di lavoro e un impegno divenuto totale negli ultimi giorni, rimane la grande soddisfazione per il positivo riscontro. È il presidente Bertini a parlare: "È andato tutto benissimo: non avremmo potuto sperare in una giornata più bella per il meteo, la partecipazione e l'atmosfera che si è creata. Valtellina Wine è molto più di un trail e questa edizione l'ha dimostrato: è un evento che unisce le persone, atleti, appassionati e spettatori, che valorizza e promuove il nostro territorio e le sue eccellenze. La soddisfazione più grande per noi è vedere come tutti abbiano condiviso lo spirito di questa gara che è fatta dai partecipanti ma anche dagli spettatori, dagli straordinari volontari distribuiti lungo tutto il percorso e nelle sedi di partenza e arrivo, dagli enti pubblici e dalle aziende sponsor che ci garantiscono il loro sostegno. A tutti loro va il nostro ringraziamento".

Una vicinanza non soltanto ideale, in considerazione della folta presenza durante tutto il giorno di rappresentanti degli enti pubblici e degli sponsor, molti dei quali sono saliti sul palco per premiare gli atleti. "È un grande piacere accogliere a Sondrio gli atleti della Valtellina Wine Trail - ha detto dal palco il sindaco di Sondrio Marco Scaramellini -: complimenti agli organizzatori per questa straordinaria manifestazione". 

Tra i presenti anche gli assessori dell'amministrazione del capoluogo Michele Diasio e Francesca Canovi, il sindaco di Chiuro e presidente della Comunità Montana Valtellina di Sondrio Tiziano Maffezzini, il sindaco di Tresivio e vicepresidente del Bim Fernando Baruffi, il consigliere provinciale e sindaco di Faedo Valtellino Franco Angelini, il consigliere regionale Simona Pedrazzi. E molti di loro hanno corso: il prefetto Roberto Bolognesi e il questore Angelo Giuseppe Re la 12 km, il presidente del Bim Alan Vaninetti, il consigliere regionale Pedrazzi, l'assessore del Comune di Sondrio Carlo Mazza e il segretario generale della Camera di commercio di Sondrio Marco Bonat la 21, l'assessore Diasio la 42. Tutti hanno avuto parole di elogio e di ringraziamento, tutti hanno ribadito il loro sostegno, auspicando un allungamento.

Gli organizzatori sono pronti a nuove sfide: "Perché no?" - rispondono all'unisono -, Sembra passato un secolo dalla prima edizione, nel 2013, era il 24 novembre: alle due gare di allora, di 44 e 21 chilometri, avevano partecipato in 635. Più giorni, più gare, più partecipanti: se ne parlerà nei prossimi mesi".

Partnership confermata

Quel che è certo è che sarà ancora la Rigamonti Valtellina Wine Trail perché l'azienda leader nella produzione di Bresaola della Valtellina ha già confermato l'abbinamento come title sponsor: l'amministratore delegato Claudio Palladi ha seguito le gare per l'intera giornata e premiato gli atleti. "Credo che sia lo spot più bello della Valtellina che si possa fare - ha affermato -. Per la nostra azienda è un modo per essere a fianco del territorio e certificare la nostra vicinanza". Con lui anche Diego Bolzonello, amministratore delegato di Scarpa, l'azienda trevigiana sponsor tecnico della gara: "Una manifestazione riuscita e un percorso bellissimo. Complimenti a tutti".

Presenti anche Mattia Seira, responsabile Territori e sostenibilità di Edison, e Umberto Colli, responsabile Direzione Regionale Lombardia Nord di Crédit Agricole Italia. La sera prima erano stati in molti ad applaudire Kristin Harila, alpinista norvegese in cima a 12 ottomila in cinque mesi, che alla vigilia della nuova partenza per il Nepal aveva parlato della sua attività e dei suoi progetti. Fra le iniziative collaterali organizzate lungo il percorso, si sono fatte notare l'aperitivo in vigna della Nino Negri a Ca' Guicciardi e l'esibizione di due gruppi musicali, Scarlet Space alla torre di Teglio e Rimmel Band a Castel Grumello, oltre alle visite alle cantine e alle esperienze a stretto contatto con il territorio in collaborazione con il Consorzio Tutela Vini di Valtellina, partner della manifestazione. Da ultimo il party seguito alle premiazioni che ha concluso all'insegna dello svago una lunga giornata di sport e amicizia.

La manifestazione può contare sul sostegno degli enti pubblici: Regione Lombardia, Provincia di Sondrio, Camera di Commercio di Sondrio, Bim e Comune di Sondrio. Il Salumificio Rigamonti è title sponsor e associa il suo nome a quello di Valtellina Wine Trail. Fra gli sponsor figurano Scarpa, la valtellinese Crazy, il Consorzio Tutela Vini di Valtellina, Edison e Crédit Agricole Italia. "Va in archivio un'altra straordinaria edizione del Valtellina Wine Trail, una manifestazione che unisce l'amore per lo sport alla bellezza del territorio e del paesaggio - ha sottolineato Danilo Drocco, presidente del Consorzio Tutela Vini di Valtellina -..  È un piacere per il mondo del vino affiancare l'organizzazione nella gestione di una giornata che ha visto 3000 atleti correre lungo i terrazzamenti e all'interno di alcune cantine, ammirando un panorama mozzafiato che i nostri viticoltori ogni giorno aiutano a mantenere".

"Siamo molto soddisfatti di essere stati partner di una manifestazione come Wine Trail e dell’ottima riuscita della nona edizione. Non solo siamo stati presenti come espositori all’interno del villaggio, ma abbiamo partecipato attivamente anche con il nostro Team Crazy, dove i nostri atleti hanno conseguito risultati più che positivi: primo e terzo posto nella mezza maratona maschile (Mattia Gianola e Andrea Elia); terzo posto nella mezza maratona femminile (Margherita De Giuli) e quarto posto nella maratona (team manager Gil Pintarelli). - ha fatto eco Federico Cantoni, Sport Club and Event Manager di Crazy -. Poter rappresentare una gara in cui il nostro territorio ne è protagonista, dove Crazy e lo spirito Fast & Light sono cresciuti, per noi oggi è motivo di orgoglio".

"Siamo entusiasti di aver contribuito al successo e ai grandi numeri della nona edizione del Valtellina Wine Trail e siamo pronti a rinnovare il nostro supporto anche il prossimo anno. - ha evidenziato Marco Stangalino, Vice Presidente Esecutivo e Direttore Power Asset di Edison - Noi di Edison siamo al fianco dei territori in cui produciamo energia rinnovabile e ci impegniamo a valorizzarli, favorendo il benessere delle comunità che li abitano. E il Valtellina Wine Trail rappresenta uno strumento di promozione del territorio del tutto unico, in grado di avvicinare le persone attraverso lo sport e una sana competizione. Complimenti a tutti i partecipanti e agli organizzatori di questa manifestazione".

"Crédit Agricole Italia è davvero orgogliosa di essere stata sponsor del “Valtellina Wine Trail”, format di successo che promuove la Valtellina nel mondo coniugando oltre alla pratica sportiva, le eccellenze enogastronomiche, la valorizzazione del territorio e la sostenibilità - ha concluso Umberto Colli, responsabile Direzione Regionale Lombardia Nord di Crédit Agricole Italia -. L’impegno e la dedizione di tutte le parti coinvolte, che hanno garantito gli ottimi risultati della manifestazione, dimostrano ancora una volta che la collaborazione, a tutti i livelli e in tutti gli ambienti, rappresenta la vera chiave di successo per la riuscita dei progetti. Il nostro sostegno all’iniziativa rimarca il forte sodalizio della banca con la provincia di Sondrio, il supporto alle economie locali, l’impegno e l’attenzione nel promuovere la crescita di relazioni con stakeholder e clienti nelle zone di radicamento del brand".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valtellina Wine Trail: per il decennale un'edizione lunga una settimana

SondrioToday è in caricamento