rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Sport Livigno

"Niente Giro in Valposchiavo, occasione persa ma prima la sicurezza"

Le parole del sindaco di Poschiavo Giovanni Jochum sullo stop alla Corsa Rosa sul Passo della Forcola

Il mancato passaggio del Giro d'Italia è un'occasione persa per la Valposchiavo. A pensarlo è il sindaco di Poschiavo, Giovanni Jochum, a proposito del no ricevuto dalla società organizzatrice della Corsa Rosa, la RCS Sport, da parte del Dipartimento Infrastrutture, Energia e Mobilità del Canton Grigioni, per il transito dei corridori sul Passo della Forcola nella tappa che, il 19 maggio prossimo, terminerà a Livigno.

Dispiaciuto, ma non sorpreso per il no arrivato da Coira. È lo stesso Jochum a raccontarlo, intervistato da Antonia Marsetti di RSI. "Quando l'estate scorsa siamo stati contattati dal Comune di Livigno, abbiamo subito detto sì. Ci tenevamo perché avrebbe dato visibilità alla Valposchiavo, dunque ai comuni di Poschiavo e Brusio. In quell'occasione però avevamo consigliato di avere un 'piano b', qualora non fosse stato possibile aprire la strada per problemi di neve e di valanghe".

"Chiaramente ci dispiace. È un'occasione persa per quello che è la visione della Valposchiavo in Italia, essendo il Giro seguito da milioni di persone. D'altra parte anche per noi la sicurezza va messa al primo posto", ha aggiunto il sindaco elvetico. Il rapporto con Livigno non viene però a mancare: "Questo è stato un primo campo di prova. Se ci saranno occasioni future per collaborare, per altre manifestazioni transfrontaliere, come Comune di Poschiavo saremo sicuramente molto aperti", ha concluso Jochum.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Niente Giro in Valposchiavo, occasione persa ma prima la sicurezza"

SondrioToday è in caricamento