rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Nuovo sfogo

Dopo la gioia, nuove ombre sul futuro di Arianna Fontana

Non si placa la polemica con la Federazione: "Altri quattro anni così non li reggo"

Già dopo la medaglia d'oro nei 500 metri, Arianna Fontana aveva lanciato pesanti accuse  nei confronti della Federazione e anche di alcuni compagni di nazionale che, a suo dire, avrebbero cercato di "boicottarla" e l'avrebbero costretta ad andare ad allenarsi all'estero.

Il presidente federale Andrea Gios, nelle ore successive, aveva provato a ricomporre lo strappo, ma le sue parole sembrano aver prodotto l'effetto diametralmente opposto.

Nuovo sfogo

Anche dopo l'argento di ieri nei 1500 metri, infatti, la gioia di Arianna Fontana è durata poco, trasformandosi nuovamente in rabbia e polemica e gettando nuove ombre sulla partecipazione della campionessa di Polaggia alle Olimpiadi "di casa" di Milano-Cortina 2026:

"Altri quattro anni così non li reggo - ha dichiarato proprio Arianna Fontana - Me ne sono dovuta andare per poter essere qui e poter fare quello che ho fatto. Non sono stata sotto le loro regole e il loro sistema perchè sapevo già che non poteva funzionare. Mettere già quel puntino non mette delle buone speranze".

E, sulle accuse ai componenti della nazionale maschile, la Fontana ha rimarcato: "I maschi li ho già perdonati, era solo uno che continuava ad attaccarmi sul ghiaccio. Tutti fanno errori, le cose io le ho perdonate da tempo, ma non dimentico".

La federazione

Intanto, il presidente della Fisg Andrea Gios ha annunciato che domani terrà una conferenza stampa in cui, probabilmente risponderà nuovamente agli attacchi della Fontana a cui al momento, in un'intervista rilasciata a Il Messaggero si è limitato a sottolineare come "con questa polemica Arianna si è rovinata un'Olimpiade straordinaria".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo la gioia, nuove ombre sul futuro di Arianna Fontana

SondrioToday è in caricamento