Ripristino al Morelli dei reparti pre-covid, bocciata la mozione M5S in Regione: «Voto vergognoso di Lega e PD»

Il consigliere regionale del M5S Lombardia Dario Violi: «PD e Lega si sono evidentemente accordate su altro, calpestando un territorio fragile. Sull’Ospedale di Sondalo si è consumato uno strappo vergognoso tra la politica regionale e i cittadini»

La situazione al Morelli di Sondalo non tornerà come era prima della pandemia. L’aula del consiglio regionale della Lombardia, infatti, si è spaccata sul voto di un ordine del giorno all’Assestamento al Bilancio, presentato dal consigliere regionale del M5S Lombardia Dario Violi, che chiedeva di ripristinare i reparti dell’Ospedale di Sondalo trasferiti a Sondrio con l’emergenza Covid. L’ordine del giorno non è stato approvato per 5 voti: otto astenuti del Pd e il voto contrario della Lega sono risultati determinanti nel bocciare il provvedimento.

«L’obiettivo era nobile e cioè ripristinare la totale funzionalità del presidio e mantenere una offerta sanitaria degna di un territorio di montagna. L’ospedale di Sondalo deve tornare alla piena e totale funzionalità, quella precedente all’emergenza sanitaria da Covid-19. Spiace per il voto del Consiglio regionale che umilia il territorio. La Lega, che solo a parole dice di sostenere i territori, ha votato compattamente per ridurre servizi sanitari essenziali ai cittadini. Le altre forze politiche si sono divise: PD e Lega si sono evidentemente accordate su altro, calpestando un territorio fragile. È un voto vergognoso che sa di ‘giochini di palazzo’ fatti sulla pelle di un territorio che ha bisogno di sostegno e rilancio soprattutto nei prossimi mesi, che si prevedono molto difficili» ha commentato lo stesso Violi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sull’Ospedale di Sondalo si è consumato uno strappo vergognoso tra la politica regionale e i cittadini che vivono il territorio. Continueremo la difesa della sanità di montagna: i servizi primari, sanità e scuola, sono fondamentali per il rilancio del territorio e questo voto contro la nostra montagna rischia di far crescere la distanza tra città e aree interne.
Voglio ringraziare i colleghi di maggioranza e minoranza che, ignorando le indicazioni di partito, hanno scelto di votare a favore dell’ordine del giorno. Rilancerò insieme a loro la mia battaglia per sostenere le nostre valli» ha concluso il consigliere regionale pentastellato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolti da una colata di fango, almeno tre morti in Valmalenco

  • Chiavenna in lutto per la tragica morte di Filippo

  • Tresenda, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Travolti e uccisi da una frana a Chiareggio: tre morti tra cui una bambina

  • Futuro del Morelli, anche Pedrazzi scrive a Fontana: «Si valuti strategia alternativa»

  • Tresenda, ha un nome la donna ritrovata senza vita nell'Adda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento