Piccoli comuni, il Senato approva il DDL: 100 milioni per banda larga, centri storici e manutenzione del territorio

Del Barba: “Altro provvedimento a favore della montagna, interessati il 92% dei Comuni in provincia”

“Banda larga, manutenzione del territorio, recupero di pascoli e centri storici, infrastrutture, prodotti tipici, efficienza energetica: grazie al voto di oggi in Senato, lo Stato metterà a disposizione un fondo di 100 milioni di euro, da qua al 2023, destinati al finanziamento di interventi su questi temi, diretti ai piccoli Comuni.” Ha dichiarato il senatore PD Mauro Del Barba, a seguito dell’approvazione in Senato del disegno di legge sui piccoli Comuni. “Moltissimi Comuni italiani hanno vissuto negli ultimi decenni e rischiano ancora di vivere, uno spopolamento progressivo e devastante, col conseguente impoverimento del tessuto sociale e dei servizi: la legge sui piccoli Comuni ha l’obiettivo di invertire questo trend e risollevare i borghi minori con interventi mirati che guardano all’innovazione e al futuro. La dimostrazione della sua validità sta nel sostegno che questa legge, nata per iniziativa dell’amico deputato PD Ermete Realacci, ha ricevuto a più riprese da moltissimi amministratori locali, specie dei piccoli Comuni di montagna, e da vari enti ed istituzioni: grazie a questa forte spinta il ddl è stato approvato da tutti i partiti politici in Senato, così come era successo alla Camera.”

“Qualche mese fa, al momento dell’approvazione in prima lettura alla Camera, scrissi personalmente a tutti i Sindaci dei piccoli Comuni della nostra Provincia una lettera per stimolare valutazioni e proposte di modifica.” ha ricordato il senatore valtellinese. “Nella nostra provincia interamente montana, il 92% dei Comuni è inferiore ai 5.000 abitanti e dunque può usufruire delle disposizioni introdotte da questa legge. In particolare, per quanto riguarda il nostro territorio, sono certamente di particolare interesse le disposizioni sull’acquisizione e la riqualificazione di edifici in stato di abbandono e il recupero dei centri storici e dei pascoli montani: si tratta di un’occasione davvero importante per migliorare la qualità della vita di tutti i cittadini che abitano nei piccoli Comuni.”

“L’attenzione alla montagna e a tutti i suoi abitanti non è mai stata così alta come in questa legislatura: la legge Delrio, i diversi provvedimenti ad hoc per le zone montane, la strategia nazionale per le aree interne che ha portato milioni di euro al nostro territorio dimostrano chiaramente la differenza di passo conseguita con questa legislatura, fatta di continue conquiste e di un percorso coerente e ostinato nonostante il periodo di scarsità di risorse. Sono molto fiero di quanto i Governi Renzi e Gentiloni, sotto la spinta del Partito Democratico, hanno messo in campo riconoscendo una centralità politica alle nostre zone ben superiore a quella rappresentata in passato o demograficamente: finalmente alla montagna e alla sua gente è stata riconosciuta la propria peculiarità restituendo la speranza a chi in questi luoghi ci vive e continua a ritenerli non marginali, ma centrali per il prossimo sviluppo sostenibile; l’obiettivo ora è di continuare su questa strada per eliminare sempre di più le differenze che ancora restano, in termini di servizi ai cittadini e potere decisionale, tra le grandi città e i nostri piccoli borghi.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Coronavirus, lunedì si decidono le sorti della Lombardia: lo spettro del lockdown

  • Svizzera, neve e buio coprono i massi caduti sui binari: treno deraglia

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

  • Coronavirus, focolaio nel pronto soccorso di Livigno: contagiati infermieri e autisti

  • Coronavirus, al Morelli di Sondalo la situazione si fa seria

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento