Economia

Opa Creval, Credit Agricole perfezione ancora l'offerta

Modificati i termini dell'offerta oltre che la data di scadenza

Credit Agricole Italia (CAI) ritocca nuovamente la sua Offerta pubblica per acquisire Credito Valtellinese. È della nottata scorsa, a poche ore dalla chiusura dell'Opa, la decisione da parte della Banque Verte di confermare il corrispettivo per azione a 12,5 euro, al di là del raggiungimento della soglia di partecipazione superiore al 90%. Viene quindi a cadere l'offerta "modulare", costruita da 12,3 euro per azione fissi e 0,30 euro variabili in caso di massiva adesione.

A convicere i francesi a riformulare la proposta sono stati gli «impegni di adesione all’Offerta per complessive n. 15.600.264 Azioni, rappresentative del 22,2% del capitale sociale, da parte degli Azionisti, subordinati alla condizione che si accetti di rinunciare alla condizione del superamento della Soglia 90%». Sulla stessa linea CAI «ha ricevuto conferma della intenzione di aderire all’Offerta, ai termini sopra indicati, da altri Azionisti in relazione ad un ulteriore 5% circa del capitale sociale di Creval».

«Alla luce dell’approccio costruttivo e del supporto all’Offerta manifestato dai suddetti investitori e al fine di favore la realizzazione dell’integrazione industriale tra CreVal e il Gruppo Crédit Agricole Italia, l’offerente (CAI) ha deciso, e comunica, anche ai sensi degli artt. 36 e 43 del Regolamento Emittenti, che rinuncia a condizionare il pagamento del Corrispettivo Addizionale al superamento della Soglia 90% e che, di conseguenza, in caso di perfezionamento dell’Offerta, l’Offerente riconoscerà un corrispettivo di Euro 12,500 (cum dividendo, ossia inclusivo delle cedole relative ad eventuali dividendi distribuiti dall’Emittente) per ciascuna Azione portata in adesione (il “Corrispettivo Aggiornato”), a prescindere dal superamento della Soglia 90%» si legge nella nota di Credit Agricole.

Considerato che il cambiamento è stato comunicato al pubblico il giorno precedente la chiusura dell'Opa, da regolamento il periodo di adesione è automaticamente prorogato fino alle ore 17:30 (ora italiana) del 23 aprile 2021 (incluso). Conseguentemente, la data di pagamento, originariamente prevista per il 26 aprile 2021, è ora fissata per il giorno 30 aprile 2021. Come specificato da CAI, gli azionisti che hanno aderito o che aderiranno all’Opa consegneranno le azioni senza dividendo, «vale a dire non inclusive della cedola relativa al dividendo 2021».

L’importo del dividendo 2021 sarà perciò dedotto dal corrispettivo aggiornato e gli azionisti che hanno aderito o che aderiranno all’Opa riceveranno, con riferimento a ciascuna azione portata in adesione all’Offerta, ciò che segue: da Creval, il dividendo 2021, pari ad 0,23 euro per azione, che sarà pagato il giorno 28 aprile 2021; e il 30 aprile da Creval l’importo residuo di 12,27 euro per azione. Per completezza, è giusto precisare che, considerata la proroga del periodo di adesione, le Azioni acquistate sul mercato nei giorni 22 e 23 aprile 2021 non potranno essere portate in adesione all’Opa.

Il rilancio di Credit Agricole non determina una modifica all’esborso massimo dell’Offerta, pari, secondo quanto già previsto, 855.361.287,50 euro (cum dividendo). «Non si sono dunque rese necessarie ulteriori integrazioni della Garanzia di Esatto Adempimento» hanno specificato i francesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opa Creval, Credit Agricole perfezione ancora l'offerta

SondrioToday è in caricamento