Cronaca Bormio

Disperso sullo Stelvio, una telefonata inattesa riaccende la speranza

Dal cellulare di Antonio De Martino è partita una chiamata dopo quasi 100 ore dall'ultima volta che è stato visto. Soccorritori di nuovo in campo ma la neve incombe

C'è ancora un piccolissima speranza di trovare in vita Antonio De Martino, lo sciatore milanese disperso sul ghiacciaio dello Stelvio dal pomeriggio di giovedì 26 ottobre. Dopo 48 ore di ricerche, fortemente condizionate dal maltempo, i soccorritori avevano deciso di sospendere le ricerche nella serata di sabato 28. Nella serata di domenica, però, un'inattesa svolta che ha spinto il soccorso alpino della stazione di Bormio a riprendere le operazioni di ricerca.

Soccorso alpino Stelvio-2

Il fratello del 58enne di Robecco sul Naviglio, infatti, ha ricevuto una chiamata dal telefono del disperso. Pochi secondi senza parole, tra sibili e frusci, che ha riacceso le speranze. Immediatamente sono stati avvisati i carabinieri, i quali hanno avvisato la centrale operativa, che ha riaperto le operazioni di ricerca attivando il Soccorso alpino (VII Delegazione Valtellina - Valchiavenna) e Cnsas Alto Adige, con un totale di 21 tecnici impegnati, insieme con il Sagf - Soccorso alpino Guardia di finanza e i Vigili del fuoco.

I soccorritori hanno controllato alberghi e manufatti sul ghiacciaio e attorno al passo, purtroppo senza esito. Con il peggioramento delle condizioni meteo (vento forte, nebbia, bufera di neve) sono stati costretti a interrompere le ricerche. La neve che in queste ore sta scendendo sui 2757 metri del Passo dello Stelvio affievolisce via via la speranza di trovare Antonio De Martino ancora in vita. I soccorritori ringraziano per la collaborazione ricevuta la società impianti Sifas e per l'ospitalità l'albergo Perego.

Soccorso alpino Stelvio 1

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Disperso sullo Stelvio, una telefonata inattesa riaccende la speranza
SondrioToday è in caricamento