rotate-mobile

Attacco contro Brigata ebraica al 25 aprile di Milano: colpiti anche i City Angels sondriesi

Tensione, spintoni, sputi e insulti in Duomo. Violante: "Sapevamo sarebbe potuto succedere. Infastidito da quel ragazzo con un bambino in braccio che incitava alla violenza". Il video

City Angels di Sondrio protagonisti durante il corteo del 25 aprile andato in scena a Milano. Chiamati insieme ad altri 60 colleghi a scortare la Brigata ebraica durante la manifestazione, i 6 volontari giunti dalla Valtellina guidati da Angelo Violante si sono trovati al centro degli scontri, provocati da un gruppo di giovani manifestanti pro Palestina. "Sapevamo che sarebbe potuto succedere ed eravamo pronti visto il clima che si respira oggigiorno", racconta Violante.

"Appena arrivati in piazza Duomo diversi ragazzi nordafricani hanno iniziato ad insultare, cercando anche di caricare il corteo. Dal canto nostro abbiamo cercato di tutelare la Brigata ebraica in maniera pacifica, chiedendo ripetutamente di smetterla. Due dei nostri sono rimasti feriti dopo esser stati presi a bastonate", aggiunge il coordinatore dei City Angel sondriesi. "Uno dei ragazzi aveva anche un coltello, appena me ne sono accorto ho allertato i miei colleghi e la polizia. Così non va bene, è troppo pericoloso. C'era anche un ragazzo con un bambino in braccio, istigava gli altri alla violenza. Una scena che ho trovato fastidiosa", conclude con un po' di rammarico Violante.

Reazioni

"Quello che è successo in piazza Duomo è veramente pazzesco, poteva benissimo scapparci il morto, è andata bene", ha commentato "a caldo" il presidente della comunità ebraica di Milano, Walker Meghnagi, rivolgendo i suoi ringraziamenti ai City Angels, per esser "stati bravissimi" a difendere lo spezzone della Brigata ebraica durante l'aggressione. Anche il leader di Azione, Carlo Calenda, si è espresso: "Questo è accaduto dopo che durante tutto il corteo siamo stati insultati da manifestanti pro Palestina. Per fortuna abbiamo reagito tutti con grande compostezza evitando le provocazioni. Un grazie ai City Angels che hanno scortato il corteo con grande professionalità".

Arresti

Come riporta MilanoToday, in serata la polizia ha accompagnato in questura, denunciandole, dieci persone. Tra loro una donna, denunciata per oltraggio a pubblico ufficiale. Gli altri nove, tutti protagonisti dell'aggressione alla Brigata ebraica, sono stati denunciati per istigazione a delinquere per motivi di discriminazione razziale, etnica e religiosa. Tra di loro ci sono tre minorenni. Uno è indagato perché con sé aveva un coltello, ma non ci sono prove che lo stesso sia stato utilizzato. Negli scontri un ragazzo della Brigata ebraica è stato ferito al braccio con un fendente, non ci sarebbe evidenza che possa essere stato uno degli indagati. Nello stesso gruppo, un 19enne egiziano è stato arrestato per aver colpito con un bastone un addetto alla sicurezza della Brigata ebraica.

Video popolari

Attacco contro Brigata ebraica al 25 aprile di Milano: colpiti anche i City Angels sondriesi

SondrioToday è in caricamento