rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Attualità

Ponte Cassandre, scavalcano e rovinano il fondo: è da rifare

Troppa curiosità a Sondrio. Dopo l'inaugurazione le prime problematiche: sosta selvaggia nelle frazioni e pavimentazione rovinata dai tanti che, nonostante i divieti, hanno superato le transenne nei giorni scorsi

Quando la curiosità spinge le persone a compiere gesti non consentiti. È quanto successo nei giorni scorsi a Sondrio dove diverse persone, pur di attraversare il nuovo ponte sulle Cassandre, tra le frazioni di Mossini e Ponchiera, hanno superato le recinzioni e, incuranti dei cartelli, hanno lasciato le loro impronte sul fondo ancora in fase di consolidamento.

A nulla sono serviti i cartelli, le transenne e, in qualche caso, il 'rimprovero' dei dipendenti comunali. Troppa era la voglia di camminare per la prima volta sull'opera inaugurata sabato 13 novembre alla presenza del presidente di Regione Lombardia, Attilio Fontana. Talvolta addirittura con il fedele Fido al seguito, come dimostrato delle orme lasciate sulla pavimentazione.

Dopo il taglio del nastro, lungo la settimana seguente, il ponte era stato chiuso nuovamente per le opere di rifinitura, su tutte il completamento del fondo calpestabile. Interventi utili e necessari anche in previsione del passaggio degli atleti della Valtellina Wine Trail. Una scelta non condivisa però da chi, pur di 'toccare con piede' il nuovo ponte, ha preferito scavalcare le barriere. Ora il ponte è nuovamente chiuso e la pavimentazione dovrà esser rifatta.

Sondrio, primi problemi alla Passerella delle Cassandre

Problema parcheggi

Tra le questioni che l'inaugurazione del ponte ha portato con sè vi è certamente quella dei parcheggi. Se è vero che nell'intenzione dell'Amministrazione comunale la passerella ciclopedonale si inserisce nell'offerta turistica 'slow' della città di Sondrio, ad integrazione della Via dei Terrazzamenti, è altrettanto verificabile come siano centinaia i curiosi che nelle 3 giornate e mezza di apertura del collegamento sospeso hanno raggiunto le due sponde con la macchina.

Non pochi i problemi registrati in località Maioni, sul versante ovest del ponte. Non è bastato il parcheggio della frazione a contenere i mezzi a quattro ruote dei tanti visitatori. A decine hanno dovuto lasciare l'auto a bordo strada, creando disagi ai residenti i quali, infastiditi, hanno più volte telefonato alla polizia locale.

Problematiche che, come ipotizzato dal Comune sondriese, si dovrebbero risolvere con la realizzazione di un nuovo parcheggio nei pressi del campo sportivo di Sant'Anna. Analoghi disagi, infine, si sono registrati anche sul lato di Ponchiera, mitigati però dalla maggiore disponibilità di stalli per parcheggiare.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ponte Cassandre, scavalcano e rovinano il fondo: è da rifare

SondrioToday è in caricamento