rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
L'avventura continua

L'annuncio di Arianna Fontana: "Gareggerò a Milano-Cortina 2026"

Sembrano definitivamente messe alle spalle le divergenze con la Fisg, esplose già a Pechino dopo l'oro nei 500 metri della campionessa di Polaggia

L'esperienza olimpica di Arianna Fontana a Pechino, nello scorso mese di febbraio, era stata assolutamente intensa: un'autentica altalena di emozioni contrastranti tra trionfi sul ghiaccio, polemiche con la Fisg (Federazione italiana sport del ghiaccio) e dubbi sulla prosecuzione della carriera.

Ora la fase più burrascosa dei rapporti tra la campionessa di Polaggia e gli organi federali sembra essere alle spalle, tanto che ai margini di una conferenza stampa per il rinnovo della partnership tra Coni ed Herbalife, Arianna Fontana ha annunciato che gareggerà sul ghiaccio "di casa" alle Olimpiadi di Milano-Cortina 2026, vivendo così la sua sesta esperienza a cinque cerchi.

"Nell'incontro tenuto recentemente a Roma, ho espresso alla federazione il desiderio di proseguire e di prendere parte ai Giochi di Milano-Cortina 2026. - ha spiegato la Fontana - La federazione ha espresso la volontà di continuare a supportarmi. Il primo passo è stato compiuto nella direzione che speravo e in futuro ci sarà una nuova riunione. Spero soltanto che le cose si facciano in fretta, perché 4 anni fino alla prossima Olimpiade invernale sembrano pochi, ma non lo sono. E comunque non ho più vent'anni, dovrò gestire tutto diversamente. Dovrà iniziare una nuova avventura”.

Passato alle spalle

Definitivamente alle spalle anche i dissidi con Tommaso Dotti, accusato dalla Fontana di averla boicottata durante gli allenamenti, con la vicenda che aveva avuto anche strascichi a livello legale: "Non l'ho più visto, - ha raccontato la Fontana riferendosi a Dotti - ma comunque ho già detto di aver perdonato quei fatti e non ho altro da aggiungere”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'annuncio di Arianna Fontana: "Gareggerò a Milano-Cortina 2026"

SondrioToday è in caricamento