rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Calcio

Nuova Sondrio, ora i rigori sono una maledizione

I biancazzurri, come con la Cob 91, sprecano il penalty del possibile doppio vantaggio e vengono rimontati (con gol proprio dal dischetto) e superati dal Cavenago

Maledetti rigori! Per la seconda domenica consecutiva sono i tiri dagli 11 metri a condannare la Nuova Sondrio calcio e a costringere i biancazzurri a rimandare ancora una volta l'appuntamento con la vittoria. Se, contro la Cob 91, il penalty fallito da Chilafi aveva impedito ai valtellinesi di portarsi momentaneamente sul 3-1, con gli avversari che poi nel secondo tempo avevano centrato il pareggio, oggi contro il Cavenago l'errore dal dischetto di Raul Julia Olivares in avvio di ripresa ha avuto conseguenze ancora più pesanti.

L'attaccante spagnolo, infatti, ha sbagliato il calcio di rigore al 5' del secondo tempo, sul punteggio di 1-0 a favore della Nuova Sondrio calcio: da lì in poi il Cavenago ha ripreso coraggio, ribaltando il risultato con il gol del momentaneo 1-1, peraltro, arrivato proprio su calcio di rigore.

Buon approccio

Nonostante una settimana difficile sia per gli allenamenti condizionati dai campi impraticabili, sia e soprattutto dalla separazione con mister Elio Salinetti avvenuta venerdì, la squadra momentaneamente affidata a Tiziano Togni ha approciato bene la gara contro il Cavenago, valida per la tredicesima giornata d'andata del girone B del campionato di Promozione.

Scampato il pericolo al 2’ su un cross di Piscopo a tagliare l’area biancazzurra senza trovare la deviazione vincente di un compagno, Baltrigo e compagni prendevano saldamente le redini del confronto giocato sul campo sintetico brianzolo, dove i rimbalzi erano ingannevoli e la palla scorreva veloce. Al 9’ era Victor Julia Olivares a incrociare un tiro dentro l’area concludendo a lato. Al 12’ era Anas a provare di sinistro la conclusione dal limite dell’area con la palla che terminava fuori. Al 15’ Chilafi sfiorava il palo con un colpo di testa sul cross di un Victor imprendibile per la difesa di casa. La scena si ripeteva al 24’, ma questa volta era il portiere Matera a neutralizzare la conclusione di Chilafi. Al 27’ Anas colpiva dai 30 metri mandando la conclusione sul fondo, mentre al 29’ era Raul all’altezza del dischetto a calciare alto.

La pressione della Nuova Sondrio si concretizzava al 35’ su una splendida azione biancazzurra, con Victor che entrava in area e batteva il portiere in uscita, eludendo anche l’intervento di un difensore. 

esultanza-2

Primi campanelli d'allarme

Dopo un tiro di Baltrigo terminato alto al 38' era Lassi a neutralizzare la prima occasione creata dai brianzoli, con Gioacchini che si ritrovava la palla dopo un rimpallo e calciava a rete da solo all’altezza dei 12 metri. In avvio di ripresa ancora Lassi era bravo a neutralizzare la conclusione di Galleani con il Cavenago che provava a reagire e a tornare in partita.

La svolta

Velleità, quelle dei padroni di casa, che potevano essere messe definitivamente (o quasi) a tacere al 6' con Chilafi che spostava la palla dalla disponibilità del portiere locale Matera, che finiva per toccarlo e provocare il calcio di rigore. Era Raul Julia Olivares a calciare, ma per la terza volta consecutiva pur cambiando il tiratore, la palla non entrava, anzi sorvolava la traversa. 

I brianzoli, così,  ritrovavano definitivamente fiducia, mentre la squadra sondriese perdeva la distanza tra i reparti, la fluidità di manovra che l’aveva contraddistinta e finiva per subire a ripetizione le incursioni del Cavenago, con Piscopo ala sinistra vero mattatore del match.

Al 7’ Lassi neutralizzava una conclusione sporca di Gallo all’altezza del dischetto, al 13’ si ripeteva sulla percussione di Piscopo dalla sinistra e un minuto dopo respingeva in corner il tiro a giro di Galleani indirizzato sul secondo palo.

Mister Togni correva ai ripari, ma la mancanza di un terzino destro si faceva sentire, con giocatori adattati nel ruolo costretti a una sfida spesso perdente con l’esterno di casa. Al 19’ Piscopo tirava dal limite mandando la palla a lato, mentre al 21’ era Balla Faye a commettere un ingenuo fallo di rigore su Gallo all’altezza del vertice destro dell’area. Il penalty calciato da Piras era molto angolato e Lassi intuiva ma non riusciva a raggiungere il pallone.

Risultato ribaltato

La Nuova Sondrio non c’era più in fase offensiva, i centrocampisti calavano di rendimento e di spinta, anche Victor Julia Olivares e il neo entrato Moroni venivano sistematicamente raddoppiati nella marcatura. Arrivava così al 41’ la rete del definitivo 2-1 con Gioacchini che sfruttava una palla arrivatagli grazie a un rimpallo fortunoso e scagliava un diagonale che toccava il palo alla destra di Lassi prima di insaccarsi: 2-1 e sfida chiusa con Catalano che al 45' sfiorava addirittura il 3-1, ma doveva fare ancora in conti con un bell'intervento di Lassi.

Dopo questa sconfitta, la Nuova Sondrio, che domani conoscerà la data del recupero contro la Concorezzese, rimane penultima in classifica con soli otto punti.

Il tabellino

CAVENAGO-SONDRIO 2-1 

MARCATORI: Victor Julia Olivares 35’pt (S), Piras (C) 22’st rig., Gioacchini (C) 41’st.  

CAVENAGO: Matera, Tricella, Villa (Mazzarella 29’st), Corti, Manno, Giuliani, Gallo (Catalano 30’st), Piras (Breda 35’st), Gioacchini (Carbone 44’st), Galleani, Piscopo (Verderio 35’st). All.Cosimo Tinelli. 

SONDRIO: Lassi, Faye, Politano, Scotti (Moroni 16’st), Baltrigo, Martinelli (Baggini 35’st) Malha Terfous Anas (Yacoub 47’st), Dembelè (Zanotta 38’st), Chilafi (Bormolini 18’st), R.Julia Olivares, V.Julia Olivares. All. Tiziano Togni   

ARBITRO: Riccardo Mainini di Busto Arsizio; Assistenti: Sara Capelli e Paolo Rossi di Bergamo. 

NOTE – Ammoniti: Matera, Galleani, Piscopo (C); Baltrigo e Raul Julia Olivares (S). 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuova Sondrio, ora i rigori sono una maledizione

SondrioToday è in caricamento