Arbitri, quattro nuove giacchette nere sui campi di Valtellina e Valchiavenna

Si allarga la famiglia dell' Associazione Italiana Arbitri della sezione "G.Colzani" di Sondrio.

Nella serata di giovedì 12 dicembre quattro giovani candidati arbitri hanno brillantemente superato l’esame finale a conclusione del corso tenutosi negli ultimi mesi presso la locale sezione in piazzale Valgoi nel centro di Sondrio. Erazo Alex, classe 2000 di Forcola, Lizzoli Gabriele, 17enne di Premana,  Mufatti Riccardo, classe 2005 di Berbenno e Molinari Alessandro, tiranese del 1993, sono ufficialmente nuovi associati della Sezione AIA “G. Colzani di Sondrio”,

Sotto la supervisione del presidente di commissione Renato Maffia ed i componenti Gianluca Di Nobile e Romolo Papa i cinque esaminandi hanno fornito prova della loro preparazione. «Ho trovato i ragazzi molto preparati – ha dichiarato a termine dell’esame Renato Maffia, decano della sezione e osservatore arbitrale – ed il merito va al Presidente della sezione Massimo Bongio che ha gestito con grande impegno il corso appena concluso. Spero che i giovani mettano in campo la determinazione e la grinta con cui hanno affrontato l’esame di oggi».

Il loro esordio sui terreni di gioco di Valtellina e Valchiavenna, accompagnati dai tutor, è previsto per le prime giornate del girone di ritorno nel campionato Giovanissimi provinciale.

«Sono soddisfatto della buona riuscita di questo corso arbitri – ha dichiarato il Presidente Massimo Bongio –  ma l’obiettivo mio e del mio consiglio sezionale è quello di continuare a crescere sia a livello numerico che in termini di qualità. Non è facile in questi ultimi tempi portare nuovi giovani all’interno della nostra associazione, per garantire a tutte le società calcistiche di Valtellina e Valchiavenna un ricambio, non solo generazionale, di arbitri».

«Un altro corso è appena iniziato presso l’ITIS “Mattei” di Sondrio – prosegue Bongio – ed un altro è previsto presso la nostra sezione. Ringrazio il professor Nicola Savì e il Preside Massimo Celesti per averci dato, ancora una volta, l’opportunità di poterci inserire nel mondo della scuola.  E’ fondamentale per la crescita del nostro movimento che in futuro altri dirigenti e professori seguano il loro esempio, in fondo il mondo arbitrale e quello scolastico sono molto simili: il rispetto è il valore che li unisce».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chi fosse intenzionato a frequentare il nuovo corso formativo per arbitri di calcio o vorrà qualsiasi tipo di informazione a riguardo può contattare la sezione al numero di telefono 0342032052 oppure scrivendo all’indirizzo e-mail sondrio.aia@gmail.com o alla Pagina Facebook ‘Associazione Italiana Arbitri – Sezione di Sondrio’.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolti da una colata di fango, almeno tre morti in Valmalenco

  • Chiavenna in lutto per la tragica morte di Filippo

  • Tresenda, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Travolti e uccisi da una frana a Chiareggio: tre morti tra cui una bambina

  • Futuro del Morelli, anche Pedrazzi scrive a Fontana: «Si valuti strategia alternativa»

  • Tresenda, ha un nome la donna ritrovata senza vita nell'Adda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento