rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Iniziative per tutti i gusti

Valtellina patria del cicloturismo

Presentato il "Progetto di promozione del cicloturismo in provincia di Sondrio 2024". Gigi Negri: "Tutto il mondo ci invidia". Tutte le manifestazioni in programma 

Valtellina terra di ciclismo. È con questa convinzione che, lungo la mattinata di martedì 16 aprile, presso la sala consiliare provinciale, è stato presentato alla stampa il "Progetto di promozione del cicloturismo in provincia di Sondrio 2024". L'iniziativa, sostenuta da Amministrazione Provinciale, Consorzio BIM Adda, Ersaf-Parco Nazionale dello Stelvio, Comunità Montana della Valchiavenna, Comunità Montana Valtellina di Morbegno, Comunità Montana Valtellina di Sondrio, Comunità Montana Valtellina di Tirano, Comunità Montana Alta Valtellina e Consorzio Turistico Media Valtellina, prevede una serie di attività volte alla promozione del cicloturismo in Valtellina, settore in continua e costante crescita da diversi anni e di forte interesse anche per la provincia di Sondrio.

"Il cicloturismo in maniera abbastanza efficace è diventato un punto di riferimento importante per il nostro territorio. È uno degli strumenti più importanti del turismo, anche dal punto di vista della destagionalizzazione dell'offerta. Abbiamo un patrimonio paesaggistico e naturale importante, oltre che una rete che, dal punto di vista del cicloturismo, è assolutamente attrattiva, con tutti i passi Alpini e gli altri percorsi. L'impegno della Provincia è quello di continuare a mettere a disposizione risorse che, in maniera egregia gli enti preposti utilizzano", ha commentato Davide Menegola, presidente della Provincia di Sondrio. Con lui il suo predecessore, Elio Moretti, oggi a capo di APF Valtellina, l'Azienda di Promozione e Formazione della Provincia di Sondrio. "In Valtellina e Valchiavenna abbiamo un territorio meraviglioso, che si presta a questo tipo di sport. Però il territorio da solo non basta. Bisogna fare plauso a chi ha avuto la grande intuizione, in primis a Pierluigi "Gigi" Negri. Il nostro ruolo è quello di coordinare tutte le iniziative importanti".

Il Giro d'Italia, ancora una volta, è la competizione ciclistica principe il provincia di Sondrio. Nel 2024 la Corsa Rosa torna in Valtellina con la più difficile delle tappe, la Manerba del Garda-Livigno, in programma il 19 maggio prossimo, lunga 220 chilometri. "Il Giro d'Italia viene trasmesso da 220 televisioni in tutto il mondo, una vetrina importante per il nostro territorio", come spiegato da Pierluigi Negri, direttore del Consorzio Turistico Media Valtellina, tra i principali artefici della svolta cicloturistica in provincia. "Tutto il mondo cerca di imitarci", ha raccontato Negri facendo riferimento alle manifestazioni senza traffico sui passi alpini.

La Valtellina vuole dimostrare di essere all'altezza delle aspettative di ciclisti e cicloturisti. Come spiegato da Lucia Simonelli, responsabile turismo di APF Valtellina, durante il Giro uno stand Valtellina sarà presente nel villaggio di partenza durante tutte le 21 tappe in programma, con ben 15 regioni italiane "toccate". La tappa del Giro-E del 19 maggio, con partenza da Tirano e arrivo a Livigno, sarà percorsa dal Team Valtellina, composto da sei corridori che veicoleranno il brand del territorio. Tra loro Alex Bellini, reduce dall’impresa EYES ON ICE appena conclusasi in Alaska e la ciclista professionista di Grosotto Monica Trinca Colonel in forza alla formazione Continental BePink-Bongioanni. Inoltre, in occasione del Giro d’Italia Woman 2024, in programma dal 7 al 14 luglio, sul rettilineo del traguardo di tutte le otto tappe sarà promosso il marchio Valtellina tramite il posizionamento di paline personalizzate. Anche Andrea Pusateri, paraciclista, triatleta e content creator (molto famoso su Instagram e Tik Tok) è intervenuto in videoconferenza definendo "paradiso" la Valtellina.

Gli altri eventi 2024

Numerosi gli eventi bike in programma in Valtellina da maggio a ottobre. Su tutti l'iniziativa Enjoy Stelvio Valtellina, la manifestazione non competitiva (e senza obbligo di registrazione) aperta a tutti e che prevede un calendario di chiusure al traffico motorizzato delle più note e belle strade montane della provincia di Sondrio. L’iniziativa, promossa in origine da Ersaf – Parco Nazionale dello Stelvio, ha visto crescere negli anni l’interesse e la partecipazione da parte degli appassionati (nel 2023 sono state oltre 23.000 le presenze), tanto da far aumentare gradualmente il numero di salite chiuse al traffico. A fianco delle grandi salite del Parco Nazionale dello Stelvio come Stelvio, Gavia, Mortirolo e Cancano, si sono aggiunte negli anni il Passo Spluga, il Passo San Marco, la salita di Campo Moro in Valmalenco e il Passo Forcola di Livigno.

Locandina_Enjoy_Stelvio_Valtellina_2024

Tra le novità grande protagonisti sono gli amanti  delle bici gravel. Due gli eventi in calendario: la Valchiavenna Gravel Escape, in programma il 12 maggio, e Gravellina, in scena del 21 e 22 settembre. Come raccontato da Camillo Bertolini di Gravellina la manifestazione è pronta a spiccare il volo, dopo l'edizione zero dello scorso anno, tra paesaggi mozzafiato e enogastronomia di alto livello.

Proposta variegata

Le proposte di itinerari e in generale l'offerta bike della destinazione, con approfondimenti legati al food e al territorio, sono disponibili sul nuovo Valtellina Bike Magazine, consultabile e scaricabile. Il Magazine è disponibile negli Info Point del territorio e sarà oggetto di ulteriore diffusione attraverso la partecipazione ad eventi e fiere di settore, oltre che in occasione del Giro d'Italia, della Vuelta di Spagna e del Tour de Pologne. La promozione del cicloturismo non si limiterà solo all'Italia ma prevede anche alcune attività all'estero comprese le sponsorizzazioni sui social e un potenziamento della presenza sulle app dedicate al mondo outdoor, in particolare su Komoot e Outdoor Active.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valtellina patria del cicloturismo

SondrioToday è in caricamento