Economia

In Valchiavenna è nata un'accademia di saldatura e smerigliatura per formare gli operai

L'iniziativa nata dalla collaborazione tra l'azienda metalmeccanica FIC S.p.A. e l'agenzia per il lavoro Synergie

È ai nastri di partenza una nuova iniziativa di formazione sul territorio della Valchiavenna, nata dalla collaborazione tra FIC S.p.A., azienda metalmeccanica leader nelle tecnologie di scambio termico e Synergie, tra le principali agenzie per il lavoro in Italia con una radicata presenza sulla zona.

L’idea di realizzare una vera e propria Academy nasce dalla difficoltà dell’azienda nel reperire tecnici specializzati, spesso per un mancato allineamento delle competenze richieste con i profili disponibili, a cui si aggiunge la criticità di una logistica territoriale a volte difficile. In ultimo, la mancanza di nuove classi delle scuole professionali, meccanica nello specifico, rende ancor più complicata la formazione di giovani sul territorio locale.

«Questo progetto - evidenzia Nicola de Peverelli, CEO di FIC – ripete, modernizzandola, un’attività che già in passato era stata realizzata in azienda come scuola di saldatura ed è un progetto nel quale confidiamo molto, per risolvere un problema che per noi sta diventando un nodo centrale. FIC ha infatti bisogno di competenze tecniche specifiche, difficilmente reperibili e, comunque, non in modo sufficientemente numeroso. Siamo alla ricerca, fra gli altri, di saldatori e smerigliatori. Con questa iniziativa puntiamo a formarne almeno dieci, sperando che possano tutti affrontare il percorso con successo per poi entrare a far parte dell’organico della nostra azienda. Ai partecipanti che non dovessero risultare idonei per le nostre attività, avremo comunque offerto un’ottima opportunità di riqualificazione professionale con prospettive di inserimento a chi è in cerca di occupazione sul territorio locale. Particolarmente significativo il messaggio e l’esempio che darà un nostro storico operaio smerigliatore. Dopo aver lavorato in FIC per ben 36 anni, ha accettato di aiutarci nelle tre settimane di formazione come docente di smerigliatura. In pensione da quasi sette anni, rimetterà a disposizione degli “studenti” la sua grande tecnica e voglia di lavorare per insegnare a questi ragazzi un lavoro che, per certi versi, può essere considerato un’arte e per i nostri prodotti, il principale biglietto da visita».

«Da tempo - dichiara Romina Fiaschè, Responsabile Distretto Brianza Lecchese-Valtellina di Synergie - il mercato ci chiede profili sempre più specializzati, e il mismatch tra i profili richiesti e quelli disponibili rischiava di diventare troppo ampio: per questo Synergie ha deciso di investire nella formazione, e crediamo sia la strada giusta da percorrere. Il nostro approccio è di tipo “sartoriale”, ovvero la formazione viene costruita insieme al cliente secondo le proprie esigenze, sia per la parte pratica che teorica. Altro aspetto molto importante è l’opportunità a costo zero per profili disoccupati di reinserirsi nel mondo del lavoro».

I corsi che hanno inizio oggi, 17 febbraio, e termineranno il 27 marzo, prevedono una parte di formazione in aula (nella sede Synergie di Torino), affiancata dalla parte pratica presso lo stabilimento di FIC S.p.A. in Mese. L’orario sarà full time.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In Valchiavenna è nata un'accademia di saldatura e smerigliatura per formare gli operai

SondrioToday è in caricamento