rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Il tessuto imprenditoriale

Aumentano le imprese attive in provincia di Sondrio

Il numero di attività nate nel 2021 supera quello delle imprese costrette a chiudere i battenti. La presidente della Camera di Commercio Loretta Credaro: "Si intravede un'inversione di tendenza"

I dati dell’anagrafe camerale indicano che, a fine 2021, il numero di imprese attive in provincia di Sondrio è pari a 13.685 unità, con una crescita su base annua del +0,9%, un incremento superiore sia rispetto al dato regionale (+0,5%), che a quello nazionale (+0,3%), che consente di recuperare in parte i livelli del 2019.

L'ultimo anno

Il 2021 ha visto un incremento delle iscrizioni di 681 unità, pari al +10,9% su base annua, dato inferiore rispetto al +19% regionale (con cui le iscrizioni in Lombardia si sono riportate sui livelli pre-crisi) e al +13,8% nazionale. Le cessazioni invece hanno riguardato 618 imprese, con un calo sensibile del -30,2% su base annua, contro un aumento regionale del +1,4% e nazionale del +11,8%.

Il dettaglio

Per quanto riguarda la composizione giuridica, le aziende della provincia di Sondrio sono costituite per oltre la metà da imprese individuali (59,4%), seguite da società di capitali (19,3%), società di persone (18,9%) e dal 2,4% di imprese costituite in altre forme.  

L’aumento più consistente ha riguardato le società di capitali (+4,6% su base annua), in modo particolare con riferimento alle società a responsabilità limitata semplificata (+12,1%). Una lieve crescita è stata riscontrata anche per le imprese individuali (+0,5%), mentre si è registrato un calo del -1,5% per le società di persone.  Tali dati risultano in linea con quanto riscontrato a livello regionale: in Lombardia l’incremento delle società di capitali è risultato pari al +4,7% su base annua, con un +13,6% per le Srls. L’ampliamento di queste ultime è certamente riconducibile alle facilitazioni previste dalla legge nella fase di loro costituzione. Nonostante l’aumento delle Srls, anche in provincia di Sondrio, come in generale in Lombardia, l’81% delle società di capitali è costituito dalle Srl “tradizionali”, in crescita del +5,2%.

Per quanto riguarda l’andamento anagrafico all’interno dei vari settori, le dinamiche non si discostano dal dato generale, con una migliore performance per il settore delle costruzioni, evidentemente sostenuto anche dall’attuazione dei provvedimenti governativi (ecobonus, ecc.).

Donne, giovani e stranieri

Per quanto concerne le caratteristiche imprenditoriali, il tasso di crescita delle imprese femminili nel 2021 in provincia di Sondrio è risultato pari al +0,4%, come quello delle imprese giovanili, queste ultime in aumento soprattutto nei settori costruzioni, attività finanziarie e assicurative e tecnico-scientifiche. In entrambi i casi, l’incremento è più contenuto rispetto alla media regionale, che fa registrare un +1,2% di imprese femminili e un +1,3% di giovanili. Anche per le imprese costituite da cittadini stranieri, la provincia di Sondrio si mostra in controtendenza rispetto alla media lombarda: si conta un +5,9 % provinciale rispetto al +0,2% regionale, con aumenti riscontrati nei settori costruzioni, commercio all’ingrosso e attività di alloggio e ristorazione.

Nuove speranze

“I dati sull’andamento dell’anagrafe delle imprese, soprattutto a livello generale, - commenta la presidente della Camera di Commercio di Sondrio Loretta Credaro - fanno intravedere una inversione di tendenza, con un rilancio delle nuove iscrizioni e con la tenuta delle cessazioni. Continueremo a osservare l’evoluzione dei dati nei prossimi trimestri, all’interno di uno scenario che, come ben sappiamo, presenta non poche incognite, in particolare rispetto alla situazione sanitaria ma anche al trend dei prezzi dell’energia e delle materie prime e, non ultimo, ai regimi pubblici di sostegno”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumentano le imprese attive in provincia di Sondrio

SondrioToday è in caricamento