rotate-mobile
Mercoledì, 17 Aprile 2024
Alla vigilia di Pasqua

Falliscono le trattative per il rinnovo del contratto nazionale: sabato scioperano i lavoratori della grande distribuzione

L'agitazione è stata proclamata da Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs. In provincia coinvolti nella vicenda circa mille addetti

Si sono, al momento, concluse senza arrivare a un accordo le trattative tra le organizzazioni sindacali (Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs) e Federdistribuzione sul rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori scaduto ormai nel lontano 2019.

Proprio per questo le organizzazioni sindacali hanno indetto per sabato 30 marzo una giornata di sciopero e mobilitazione a livello nazionale, che potrebbe interessare anche i punti vendita in provincia di Sondrio. I "marchi" che, come detto, potrebbero essere interessati dall'agitazione, in quanto aderenti a Federdistribuzione (in base all'elenco pubblicato proprio sul sito di Federdistribuzione) sono Acqua e sapone, Action, Brico, Coin, Combipel, Crai, Jysk, Kiko, Lidl, Ovs e Unes.

"Come addetti in provincia - ha sottolineato il segretario provinciale di Uiltucs Giorgio Spinetti - saranno meno di un migliaio su circa 9 mila del settore del commercio al dettaglio e all'ingrosso. Si tratta comunque di personale che, nella grande distribuzione a fatica arriva alle 22 ore settimanali: vero lavoro povero e ad altissima flessibilita".

L'amarezza e la preoccupazione dei sindacati, poi è acuita anche dall'esito differente di altre trattative: "Si pensi, ad esempio, che Confcommercio, di gran lunga più rappresentativa, ha firmato venerdi scorso con un aumento a livello medio nel triennio di 240 euro mensili. Rivolgiamo un appello ai lavoratori affinché passino negli uffici Filcams, Uiltucs e Fisascat a informarsi. Devono sapere cosa sta accadendo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Falliscono le trattative per il rinnovo del contratto nazionale: sabato scioperano i lavoratori della grande distribuzione

SondrioToday è in caricamento