menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, sottoposte a tampone le persone vicine ai nove soggetti risultati negativi al contagio

Il Prefetto, Salvatore Pasquariello: «Siamo attenti e concentrati sul problema, non abbassiamo la guardia»

«La notizia dei nove tamponi al coronavirus negativi ci solleva ma non ci fa abbassare la guardia anzi, ci invita a vigilare ed essere attenti e concentrati sul problema». È con queste parole che il Prefetto della provincia di Sondrio, Salvatore Pasquariello, ha commentato l'ufficialità giunta dagli esami di laboratorio sui nove soggetti dell'Alta Valle "indagati" per coronavirus.

Ora, tutti i nove soggetti continueranno a stare in quarantena fiduciaria fino al 6 marzo prossimo, in costante contatto con i sanitari dell'ATS di Montagna pronti ad intervenire in caso di eventuali segnali da coronavirus.

Altri tamponi

Intanto nella giornata di lunedì 24 febbraio 2020 sono stati effettuati altri tamponi alle persone che nei giorni scorsi sono venuti maggiormente a contatto con i primi dieci soggetti a cui è stato praticato il tampone (compreso l'unico contagiato della provincia di Sondrio, il 17enne di Valdidento ancora ricoverato presso l'ospedale Manzoni di Lecco).

Nello specifico sono state verificate le persone vicine ai giovanissimi della provincia di Sondrio che frequentano l'istituto agrario di Codogno, cittadina epicentro dell'epidemia in Italia. Gli studenti sono tutti residenti in Alta Valle tranne una ragazza originaria di Somaggia, frazione del comune di Samolaco, in Valchiavenna.

Come confermato dalla Prefettura di Sondrio, nella tarda serata di mercoledì 26 febbraio si saprà l'esito degli esami. Il numero preciso delle persone sottoposte al controllo faringeo non è dato sapere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Valchiavenna in lutto per la morte di Guglielmo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento