rotate-mobile
Martedì, 27 Febbraio 2024
L'inseguimento

Sondrio, fermati in tangenziale, si danno alla fuga: arrestati due spacciatori

È successo ieri: i due malviventi sono stati poi bloccati a Poggiridenti

Continua l’attività di repressione della polizia di Stato contro lo spaccio di sostanze stupefacenti nella provincia di Sondrio. Nel tardo pomeriggio di ieri la Squadra Mobile della Questura di Sondrio ha arrestato due uomini stranieri per i reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Gli agenti in borghese, quotidianamente impegnati nell’attività di osservazione, controllo e pedinamento in tutto il territorio provinciale, hanno notato un’auto sospetta che viaggiava sulla tangenziale di Sondrio in direzione Tirano ad una distanza eccessivamente ridotta rispetto alla macchina che la precedeva.

Proprio per questo gli agenti hanno intimato l'alt all'auto con i due occupanti che hanno rispettato l'ordine ricevuto dalla Squadra Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico per un controllo di polizia, mostrando i documenti richiesti. Durante le operazioni di controllo del veicolo, tuttavia, improvvisamente i due uomini sono rientrati in macchina, scaraventando a terra il poliziotto che stava cercando di bloccarli e, ancora con il portabagagli aperto, si si sono dati alla fuga, ripartendo ad alta velocità verso la zona di Poggiridenti.

Gli equipaggi della Squadra Mobile, unitamente a quelli delle Volanti, si sono messi prontamente all’inseguimento. Nella fuga, uno dei due uomini ha lanciato un pacco dentro al giardino di un’abitazione privata che è stato prontamente recuperato dagli operatori. I fuggitivi hanno poi abbandonato la loro autovettura nella zona del cimitero di Poggiridenti, provando una disperata fuga a piedi.

Ciò nonostante sono stati immediatamente fermati e dichiarati in arresto. Nel pacco recuperato è stato trovato circa 1 kg (1008,00 grammi) di cocaina, confezionata sottovuoto e con vari strati di plastiche per renderla totalmente inodore. Venduto al dettaglio lo stupefacente avrebbe reso un guadagno di circa 80.000 euro.

Al termine delle formalità di rito, i due uomini, di cui uno con precedenti per furto aggravato, sono stati condotti alla casa circondariale di Sondrio, a disposizione dell’autorità giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, fermati in tangenziale, si danno alla fuga: arrestati due spacciatori

SondrioToday è in caricamento