Sondrio in lutto, è morto l'avvocato Nicola Giugni

Il professionista, candidato sindaco nel capoluogo nel 2018 ed ex presidente di Aevv, è stato stroncato da un malore

L'avvocato Nicola Giugni nel suo studio sondriese

L’avvocato sondriese Nicola Giugni è morto, stroncato a 49 anni da un malore mentre si trovava con la sua barca nel lago di Como. Trasportato in gravi condizioni presso l'ospedale di Gravedona durante la notte, Giugni è spirato poche ore dopo. Un notizia improvvisa che è rimbalza nel capoluogo valtellinese nella mattinata di Ferragosto.

Stimato professionista, Nicola Giugni era stato candidato sindaco nel capoluogo nel 2018 dove, in rappresentanza del centrosinistra cittadino, aveva sfidato, perdendo, l’ingegnere Marco Scaramellini. Dal 2008 era stato anche presidente di Aevv, l'Azienda energetica di Valtellina e Valchiavenna, ruolo ricoperto fino alla primavera del 2018.

Solo pochi mesi fa, era novembre 2018, era venuto a mancare anche il padre Giancarlo Giugni, anch’egli avvocato e da sempre cittadino impegnato per la propria comunità, proprio come il figlio Nicola.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Solleva il cervo appena abbattuto ma si sbilancia cadendo nel dirupo: cacciatore perde la vita

  • Non si ferma al posto di blocco con la moto e scappa: arrestato agricoltore sondriese

  • Incidente stradale a Poggiridenti, grave un uomo

  • Nasce il loro secondo figlio e scelgono di restare a Santa Caterina Valfurva: «Radici per ritrovare equilibrio»

  • Rompe vetrina per recuperare la refurtiva nascosta il giorno prima: Carabinieri denunciano chiavennasco

  • Abusi sessuali su chierichetti, rinvio a giudizio per il don di Chiavenna

Torna su
SondrioToday è in caricamento