Incidente in motoslitta: ecco le immagini del precipizio e del mezzo distrutto

La RSI, Radio Televisione svizzera, ha sorvolato il luogo dove Federik e Christian Scaramella sono caduti

Una foto di Federik al volante della sua motoslitta (profilo instagram)

Iniziano a delinerarsi i dettagli della tragedia che domenica 24 febbraio 2019 ha coinvolto il giovane Federik Scaramella e suo padre Christian a bordo della loro motoslitta. Grazie alla RSI – Radio Televisione svizzera - si hanno le prime immagini del luogo della caduta, un luogo impervio e scosceso dove i due sono caduti per centinaia di metri, da 2800 metri di quota, sull’Alp de Barna, in Mesolcina. Una caduta che è stata fatale per il 17enne di Samolaco mentre il genitore, soccorso dalla Rega (il servizio di elisoccorso elvetico), si trova all’Ospedale di Bellinzona in gravi condizioni.


I due dopo esser partiti dalla loro baita a San Sito, a 1800 metri di quota, ed esser transitati dal Lago Bianco hanno insieme ad altre persone oltrepassato in quota il confine montano, entrando nella zona sovrastante l'Alp de Barna. Si ipotizza che la neve ed il ghiaccio al loro passaggio abbiano ceduto, facendo letteralmente precipitare Christian e suo figlio per centinaia di metri. Il giovane sarebbe morto sul colpo. Le nuove immagini della RSI, in cui è documentato il recupero del mezzo cingolato, testimoniano quanto la caduta sia stata tragica.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • C'è il primo caso di coronavirus in provincia di Sondrio: positivo al tampone un 17enne della Valdidentro

  • Coronavirus, parlano i genitori del 17enne di Valdidentro contagiato: «Appresa la positività dai media. Sconcertati per questo modus operandi»

  • Coronavirus in Valchiavenna, Della Bitta: «Raccomando calma e responsabilità»

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 27. Morta una donna

  • Coronavirus, altri due ragazzi di 17 anni contagiati in provincia di Sondrio

  • Coronavirus in provincia di Sondrio, si attende l'esito di 9 tamponi

Torna su
SondrioToday è in caricamento