Ardenno, una folla commossa per i funerali di Matteo e Maria Grazia

Tantissime le persone giunte da ogni parte della Provincia per l'ultimo saluto a madre e figlio

Una folla commossa e silenziosa ha atteso nella chiesa parrocchiale San Lorenzo di Ardenno l’arrivo dei feretri del giovane Matteo Dei Cas, 15enne studente dell'IIS Caurga di Chiavenna, e di sua madre Maria Grazia Pomoli, insegnante di religione, morti in seguito ad un tragico incidente avvenuto sulla Statale 38 nella mattinata di martedì 1 ottobre 2019.

Una grande quantità di giovani, e non solo, ha gremito le chiesa, il sagrato e le vie adiacenti per salutare per l'ultima volta Matteo e Maria Grazia ed esprimere cordoglio al marito e padre Enrico Dei Cas, conosciuto sindacalista della Cisl, all'altro figlio della coppia, il primogenito ventenne, Francesco, e a tutta la loro famiglia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in Svizzera, scosse percepite anche in provincia di Sondrio

  • Morbegno piange Alberto Vinci, l'anima del Lokalino

  • Giro d'Italia, dopo la partenza da Morbegno i ciclisti protestano per pioggia e freddo: tappa accorciata

  • Il coprifuoco in Lombardia è ufficiale: firmata l'ordinanza, torna l'autocertificazione

  • Ammutinamento dei ciclisti al Giro, il direttore di corsa Vegni: «Figuraccia, qualcuno pagherà»

  • Cosio Valtellino, grave bambino di 7 anni investito sulla vecchia statale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento