menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Piero Pini

Piero Pini

Piero Pini resterà in carcere almeno fino a luglio

Il Tribunale della città ungherese di Kecskemét ha prolungato la detenzione del "re della bresaola" grosino, fermato assieme a due suoi collaboratori con l'accusa di frode fiscale

Piero Pini resta in carcere in Ungheria. La Corte della città magiara di Kecskemét ha annunciato che la detenzione dell'imprenditore grosino, fermato assieme a due suoi collaboratori con l'accusa di frode fiscale, si protrarrà almeno fino al 2 luglio prossimo. La Corte ha accolto la richiesta del Pubblico Ministero, confermando come vi sia un rischio di fuga, oltre che gli imputati interferiscano nello sviluppo dell'indagine.

Celebre per il suo grande successo in ambito alimentare a livello euopeo, Piero Pini è proprietario dell'azienda Hungary Meat Kf, con sede a Kiskunfélegyháza, nel sud dell'Ungheria. Leader europeo nella macellazione di suini, le società del grosino hanno un fatturato annuo di svariati miliardi di euro spalmati sulle tante realtà produttive e trasformative su tutto il territorio dell'Europa. In Ungheria dal 1994 con la costituzione della Hungary Meat Kft, il Gruppo Pini oggi vanta nel territorio magiaro 600 dipendenti ed un fatturato di 340 milioni di euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Covid, cosa riapre dal 26 aprile e cos'è la zona gialla rinforzata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento