Il gip ha deciso: il giovane che picchiò il figlio di 7 anni dell'ex-compagna dovrà rimanere in carcere

Troppo alto il rischio che il giovane possa inquinare le prove delle indagini o di nuovo essere violento

Immagine archivio

Dopo qualche giorno di riflessione il giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sondrio, Pietro Della Pona, ha deciso: il 24enne del Tiranese arrestato nei giorni scorsi con l'accusa di maltrattamenti e lesioni personali aggravate ai danni del figlio di sette anni della propria compagna, oltre che di calunnia, dovrà restare in carcere.

Troppo alto il rischio che il giovane possa inquinare le prove delle indagini o, ancora peggio, possa di nuovo essere scagliarsi contro l'ex-compagna o suo figlio.

Resterà in carcere fino alla conclusione delle indagini da parte degli agenti della Questura di Sondrio.   

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rigettata quindi la richiesta, avanzata dall'avvocato della difesa Giuseppe Tarabini, degli arresti domiciliari per il giovane violento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sondrio e altri 7 comuni della provincia coinvolti nell'indagine sierologica covid-19 di Ministero della Salute e Istat

  • Coronavirus, Fontana si sbilancia: «Dal 3 giugno i lombardi saranno liberi di circolare in Italia»

  • Dal 3 giugno non un "liberi tutti", i divieti che restano in vigore

  • Coronavirus, ancora casi nelle case di riposo della provincia

  • Sondrio, giovane denunciato per aver falsificato i controlli antidroga con un particolare kit

  • Coronavirus, in Valtellina e Valchiavenna 6 nuovi casi di contagio nelle ultime 48 ore

Torna su
SondrioToday è in caricamento