Ponte in Valtellina: ai domiciliari l'uomo che è entrato in caserma con una pistola carica

Sul 48enne di Piateda pendono le accuse di lesioni, minacce, percosse e porto abusivo d’arma, tutti reati aggravati. Stralciata l'accusa di tentato omicidio

L'uomo che ha fatto irruzione nella caserma dei carabinieri di Ponte in Valtellina con una pistola carica, dopo che gli era stata ritirata la patente per troppo alcol, si trova agli arresti domiciliari. A deciderlo il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Sondrio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tragedia sfiorata

Su Paolo Gemelli, 48 anni e residente a Piateda, pendono le accuse di lesioni, minacce, percosse e porto abusivo d’arma, tutti reati aggravati, seppur si stata stralciata l'accusa di tentato omicidio inizialmente contestata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piateda, un'altra vittima del bosco: 51enne precipita e muore

  • Coronavirus, primo caso tra i banchi in provincia di Sondrio: chiusa una classe a Chiuro

  • Berbenno, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Droga, arrestati quattro insospettabili

  • Elezioni comunali 2020, al voto 8 comuni della provincia di Sondrio: lo spoglio in diretta

  • Coronavirus, in provincia di Sondrio gli studenti positivi sono due

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento