rotate-mobile
Speranza e paura

Alvin Kevin Presti, possibile avvistamento a Sondrio

L'appello del papà: "Alvin non è costretto a tornare in una casa di cura. Siamo disposti a fare tutto ciò che desidera, ma deve mettersi in contatto

Nei giorni scorsi una telefonata ricevuta dalla prefettura aveva riacceso la speranza nella famiglia di Alvin Kevin Presti, il 40enne scomparso il 28 ottobre 2023 da Bellano, dove si trovava in cura presso il CRA (Comunità Riabilitativa ad Alta Assistenza): il giovane sarebbe stato avvistato a Sondrio dove sarebbe (il condizionale è sempre d'obbligo) entrato in alcuni negozi.

La telefonata al padre di Alvin, Ignazio Presti, è giunta sabato, giorno in cui proprio Ignazio si trovava a Sondrio, al mercato allestito nel centro storico, per distribuire volantini e chiedere informazioni ai cittadini, accompagnato dai City Angels. Già da settimane, infatti, le tracce, vere o presunte di Alvin Kevin Presti conducono alla provincia di Sondrio: da Bellano, infatti, il giovane, avrebbe ottenuto un passaggio in auto fino a Chiavenna per poi spostarsi ulteriormente, non si sa se con i mezzi o con altri passaggi, fino al capoluogo, dove sarebbe stato visto in vari negozi.

Alla telefonata della prefettura di sabato, però, non sono segute ulteriori informazioni nè altri avvistamenti e così la rinnovata speranza ha di nuovo lasciato il posto alla paura: "Purtroppo non ci sono novità e sinceramente ho molta paura. Alvin è senza un centesimo e senza documenti, non è mai stato visto presso le strutture che assistono i bisognosi - ha sottolineato il padre Ignazio -, non ha rubato nei negozi, o sarebbe già stato trovato.Quanto è credibile che qualcuno possa mantenere uno sconosciuto per ben quattro mesi? La prefettura non mi ha più contattato dopo sabato sera".

A questo punto proprio Ignazio si rivolge direttamente a suo figlio, ribadendo come lui e tutta la famiglia sono pronti a riaccoglierlo a braccia aperte: "Alvin deve sapere che non è costretto a tornare in una casa di cura - ha concluso Ignazio Presti -. La sua camera presso l'ospedale è ormai a disposizione di altri pazienti e io ho tutte le sue cose. Siamo disposti a fare tutto ciò che desidera, ma deve mettersi in contatto. Siamo disperati e gli vogliamo bene. Sempre che sia lui il ragazzo avvistato".

Alvin Kevin Presti-3

In base alle informazioni contenute nella locandina va precisato come Alvin Kevin Presti non sia in possesso nè di bancomat nè dei suoi documenti. In un primo momento questi non erano stati trovati dal personale della casa di cura nella sua stanza, ma poi è stato lo stesso padre del giovane, Ignazio, a trovarli e portarli a casa con sé.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alvin Kevin Presti, possibile avvistamento a Sondrio

SondrioToday è in caricamento