menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sci alpinismo, neve fresca e clima ideale: manca poco al Valtellina Orobie 2021

Tutto pronto per il campionato italiano di sci alpinismo

Il Valtellina Orobie, al via domenica mattina alle 9.30, arriva al cancelletto di partenza sotto i migliori auspici.

La neve fresca caduta nei giorni scorsi e nelle ultime ore, il clima decisamente invernale con previsioni che promettono sole e temperature basse quanto basta per tutto il fine settimana, sono la cornice perfetta per gli oltre 150 concorrenti già iscritti e per quelli che si aggiungeranno.

Al campionato italiano Senior e Master a coppie, gara fra le più famose e attese nel panorama scialpinistico mondiale, parteciperanno infatti tutti i migliori della specialità, in tutte le categorie.

77 squadre ad oggi iscritte - di cui 8 femminili - in rappresentanza di ben 40 società provenienti da tutta Italia, con un livello di adesione che supera di gran lunga la media di questa stagione così penalizzata dalla situazione generale.

Quattro le coppie che vestono i colori della Nazionale Italiana e che sfoggiano una nutrita presenza valtellinese con il nome di Albosaggia in primo piano: Michele Boscacci - campionissimo di casa - sarà in corsa con Matteo Eydallin; il furvese Robert Antonioli con Davide Magnini; la campionessa cresciuta su queste nevi, Giulia Murada in coppia con la compaesana d’adozione Alba De Silvestro; Damiano Lenzi con Nadir Maguet.


 

Insomma si preannuncia un evento all’insegna dello spettacolo sia per le condizioni di innevamento sia per la sfida agonistica fra i protagonisti.

Mancherà il pubblico - a causa delle restrizioni anti Covid - ma non mancheranno il sostegno e il tifo, seppur a distanza, tanto per i vip quanto per gli emergenti, nè mancheranno immagini e foto della giornata a celebrare questo grande appuntamento.

«Il tracciato - spiega il Presidente della Polisportiva Albosaggia Gianluca Cristini - seguirà la falsariga degli anni scorsi, con partenza e arrivo in località Campei, anche se i dettagli potranno essere definiti solo nelle prossime ore in base all’ultima neve caduta soprattutto nei punti più esposti». 

Se le condizioni lo permetteranno, si prevedono grandi novità lungo un tratto che non si scendeva dai lontanissimi tempi del Rally del Meriggio e con ben due inediti assoluti.

Il lavoro tecnico, svolto da un affiatato gruppo di volontari coordinati da Massimo Murada e Graziano Boscacci – con la collaborazione della guida alpina Maurizio Folini - è orientato come sempre a regalare agli atleti una prova di altissimo livello da una parte e con elevati standard di sicurezza dall’altro.

Merito delle competenze e dell’esperienza maturata sul campo dalle decine di volontari che compongono un comitato organizzatore impeccabile, preso ad esempio anche da altre località dell’arco alpino; se altrove, visti i tempi, si rinuncia o si abbassa il tiro, al cospetto del Meriggio si moltiplicano sforzi e obiettivi.

Fra le chicche dell’edizione 2021, insieme all’ormai ambitissimo pacco gara ricco di prodotti tipici, la nuova fascetta con il neonato logo dell’evento - già un must fra gli appassionati e accessorio distintivo di tutto lo staff - ed il premio aggiuntivo ai primi 40 classificati cui sarà assegnato il box dei sapori “Scargamuut”: «Abbiamo scelto le marmellate ed il formaggio del territorio - conclude Cristini - nell’ottica di sostenere anche con lo sport la nostra agricoltura, l’allevamento e le attività d’alpeggio ed in particolare i progetti di Fondazione Albosaggia, Spah - Benessere in Comunità e Comuni di Albosaggia e Caiolo».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento