rotate-mobile
Intervento di 4 mesi

Sondrio, il Bocciodromo verrà riqualificato

Approvato il progetto: lavori al via in autunno per una struttura più accessibile per i disabili

Un'istanza dei fruitori che l'amministrazione comunale ha recepito avviando la pratica e completandola con il reperimento delle risorse economiche necessarie, pari a 130 mila euro: a essere interessato da un intervento di riqualificazione sarà, a partire dal prossimo autunno, il bocciodromo situato alla Piastra.

Dopo aver investito sui numerosi impianti sportivi cittadini, e mentre è in corso il rifacimento del parquet del PalaScieghiPini, nella riunione di mercoledì scorso, la giunta comunale ha approvato il progetto esecutivo finalizzato principalmente all'abbattimento delle barriere architettoniche per consentire anche ai giocatori con disabilità la pratica sportiva. Nello specifico, verrà installato un nuovo ascensore per agevolare l'ingresso al campo di gioco, oltre che alla zona bar, e verrà sistemata la rampa di accesso. La sistemazione dei servizi igienici esistenti consentirà di ricavarne uno per le persone con disabilità, siano essi giocatori o spettatori.

Si interverrà inoltre sugli impianti a fini antincendio e verranno realizzate una serie di migliorie. "Si tratta di un intervento importante per le migliorie che apporterà - spiega l'assessore ai lavori pubblici Simone Del Marco -, che verrà realizzato a impianto aperto: i lavori non causeranno disagi, poiché perlopiù esterni, e non comporteranno la sua chiusura. I giocatori di bocce e chi trascorre il tempo libero al bocciodromo potranno continuare a frequentarlo per l'intera durata dei lavori e beneficiare della riqualificazione complessiva una volta terminati. Al termine dell'intervento, dopo circa quattro mesi, l'impianto, da sempre molto frequentato, sia a livello sportivo sia quale luogo di ritrovo, si presenterà più funzionale e accogliente sia per la normale fruizione quotidiana che in occasione delle gare".

Per l'amministrazione comunale, sempre attenta a mantenere in perfetta efficienza gli impianti sportivi, in particolare quelli al chiuso, poiché la nostra collocazione geografica non consente di praticare sport all'aperto per lunghi periodi dell'anno, è un altro tassello importante.

"Da tempo pensavamo a intervenire sul bocciodromo - sottolinea l'assessore al turismo, alle Olimpiadi 2026 e allo sport Michele Diasio -: abbiamo accolto le richieste che ci erano pervenute, ci siamo confrontati con la FIB, la Federazione Italiana Bocce, e ci siamo impegnati a trovare le risorse economiche necessarie ottenendo un contributo statale. Per noi è prioritario garantire gli impianti sportivi esistenti in quanto luoghi per la pratica sportiva ma anche di socialità e parte del patrimonio edilizio comunale. Il rifacimento del PalaMerizzi, dopo quindici anni di abbandono, già finanziato e l'intervento sul palazzo Balilla, insieme ai numerosi altri realizzati negli ultimi anni, confermano la nostra attenzione. Le richieste provenienti dal mondo delle società sportive sono numerose e articolate e la nostra volontà è quella di accoglierle e soddisfarle sia mettendo a disposizione gli impianti esistenti riqualificati che, quando si rende necessario, realizzandone di nuovi per non deludere le aspettative degli sportivi a diversi livelli e di ogni età".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sondrio, il Bocciodromo verrà riqualificato

SondrioToday è in caricamento