rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024

Incinta e disabile ma il parcheggio è occupato abusivamente: il messaggio della mamma sondriese

Il video accorato di Crystal Scesca per stimolare una riflessione: "Senza la mia vicina non sarei riuscita a portare mio figlio a casa. Questione di senso civico, basta poco per vivere in un mondo migliore"

È per sensibilizzare le persone che Crystal Scesca, mamma sondriese con disabilità, ha deciso di esporsi, pubblicando un video sul suo profilo Facebook per denunciare la cattiva abitudine di parcheggiare la propria auto negli stalli gialli pur non avendone diritto. Un messaggio accorato, pensato per stimolare una riflessione profonda nella società valtellinese (e non solo), nato da un episodio vissuto in prima persona nella giornata di lunedì 15 aprile a Sondrio. 

"Io sono disabile, incinta e ho un bambino di un anno. Sotto casa mia ci sono due parcheggi per disabili, ma oggi erano tutti e due occupati da due auto senza tesserino. Questo mi ha portato a dover fare un 'giro dell'oca' per riuscire a parcheggiare l'auto. Ho fatto una faticaccia a portare il bambino in casa. Mi è andata bene visto che la mia vicina, vedendomi in difficoltà, ha preso in braccio il mio bambino stanco fino alla soglia di casa".

Nel suo video Crystal Scesca, si rivolge ai propri amici virtuali con l'intento di farli riflettere. "La prossima volta che trovate un parcheggio per disabili libero, pensateci due volte prima di parcheggiare. Non perché magari prenderete la multa, ma semplicemente perché potreste mettere in difficoltà persone che sono già in difficoltà di loro. Non è una questione di obbligo di legge, ma di senso civico. Basta poco per vivere in un mondo migliore", conclude la giovane mamma sondriese.

Video popolari

SondrioToday è in caricamento