Ruinon, la risposta della Valfurva a Sertori: «Ok l'incontro pubblico ma ora è il momento di agire»

Decisi sulla loro linea i 59 operatori economici di Santa Caterina Valfurva perché si apra quanto prima la provinciale 29

Il fronte franoso dall'alto

«Prendiamo atto positivamente della disponibilità dell’Assessore Regionale agli Enti Locali, Montagna e Piccoli Comuni Massimo Sertori ad incontrare i residenti di Santa Caterina Valfurva, ma crediamo che sia più importante ed urgente l’inizio e l’attuazione degli interventi previsti, segnatamente il brillamento dei vari massi pericolanti, l’intubamento delle acque che si infiltrano nel corpo frana e le opere di allargamento del vallo di contenimento con la posa della rete paramassi al fine di consentire l’immediata apertura della strada provinciale n. 29 da e per Santa Caterina».

È con queste parole che i 59 operatori economici di Santa Caterina Valfurva, rappresentati dal loro legale, l'avvocato Ezio Trabucchi, hanno voluto rispondere all'assessore alla Montagna di Regione Lombardia, Massimo Sertori, autore di un video messaggio in cui preannunciava un incontro pubblico in Valfurva verso il fine settimana. Una risposta decisa e puntuale, coerente con la linea scelta dagli operatori furvesi: "basta parole, ora i fatti", si potrebbe riassumere nell'ottica di poter riaprire la strada provinciale 29 "del Gavia" entro la stagione invernale.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«In questa settimana pare che vi sia una finestra di bel tempo che va assolutamente colta per l’inizio dei lavori. Questa sollecitazione degli Operatori è motivata dalla forte preoccupazione per l’imminente stagione invernale, dopo gli ingenti danni subiti in quella estiva appena conclusasi. Ribadiamo il nostro spirito costruttivo e ricordiamo che ci stiamo mobilitando non solo a tutela delle nostre attività imprenditoriali, ma anche a favore dell’intera Comunità della Valfurva. Spirito costruttivo e responsabile, ma certamente determinato affinchè, questa volta, si possa definitivamente uscire dall’emergenza» hanno concluso gli operatori di Santa Caterina Valfurva.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolti da una colata di fango, almeno tre morti in Valmalenco

  • Chiavenna in lutto per la tragica morte di Filippo

  • Tresenda, ritrovato un cadavere nell'Adda

  • Travolti e uccisi da una frana a Chiareggio: tre morti tra cui una bambina

  • Futuro del Morelli, anche Pedrazzi scrive a Fontana: «Si valuti strategia alternativa»

  • Tresenda, ha un nome la donna ritrovata senza vita nell'Adda

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
SondrioToday è in caricamento