Sport

Calcio, la Federazione avvia in provincia l'Area di sviluppo territoriale

Tecnici, preparatori, medici e psicologi a disposizione delle società e dei giovani talenti

Novità importante per il movimento calcistico della provincia di Sondrio: è stata infatti presentata l'Area di sviluppo territoriale voluta per la prima volta in Valtellina e Valchiavenna dal Settore giovanile e scolastico del comitato regionale lombardo della Lega nazionale dilettanti.

Il progetto ha previsto il "reclutamento" da parte della federazioni di tecnici, preparatori atletici e preparatori dei portieri qualificati, a cui si aggiungono anche medici e psicologi che avranno il compito di lavorare con gli staff e i ragazzi delle società che aderiranno all'iniziativa recandosi sui loro campi, con il doppio obiettivo di aiutare le società stesse a crescere e di scovare e valorizzare i giovani talenti della provincia di Sondrio.

Si tratta, nella sostanza, di un progetto analogo a quello dei Centri tecnici federali con la differenza, però, nella "forma" che saranno gli allenatori e i medici a recarsi sui campi delle società coinvolte e non, come avviene per i centri tecnici, i giovani ad allenarsi su un unico campo individuato nel territorio dalla federazione. 

La composizione dello staff dell'Area di sviluppo territoriale federale e le categorie giovanili a cui il progetto verrà rivolto verranno precisate nei primi giorni di luglio: sarà il comunicato numero 1 del comitato lombardo della Lega Nazionale dilettanti, giovedì, infatti, a dare il via ufficialmente alla stagione agonistica 2021-2022 e a dare anche maggiore chiarezza sulla suddivisione delle annate per le varie categorie giovanili.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Calcio, la Federazione avvia in provincia l'Area di sviluppo territoriale

SondrioToday è in caricamento