rotate-mobile
Economia Chiavenna

Cresce il turismo a Chiavenna

Lo studio del Consorzio turistico della Valchiavenna sui dai Istat. Del Curto: "Impegnati con l’obiettivo di rendere la città sempre più accogliente per residenti e turisti con particolare attenzione al tema della sostenibilità"

Chiavenna è sempre più turistica. La città della Mera ha visto crescere, nel corso degli anni, il numero dei visitatori e dei pernottamenti. La tendenza emerge dalle rilevazioni ISTAT, elaborate dal Consorzio turistico della Valchiavenna. Nel 2019 gli arrivi furono 28.642, gestiti in larga parte dal settore alberghiero che ha raggiunse quota 20.624. L’extra alberghiero intercettò invece 8.018 arrivi. Sempre nel 2019, le presenze totali sono state 52.267, suddivise tra le 35.302 censite negli alberghi e le 16.965 registrate nella ricettività extra alberghiera. La permanenza media era di 1,82 giorni.

Nel corso del 2023, i dati ISTAT (provvisori) evidenziano la netta crescita degli arrivi saliti a 36.917 (di cui 27.350 in ambito alberghiero, 9.567 nell’extra) e un importante incremento delle presenze che si sono attestate a quota 78.370 (53.837 rilevate negli alberghi, 24.533 nel ricettivo extra alberghiero). La permanenza media ha raggiunto i 2,12 giorni.

Chiavenna piace sempre di più agli stranieri: le presenze di turisti provenienti dall’estero sono passate dalle 26.268 del 2019 (di cui 19.074 negli alberghi e 7.194 nelle altre strutture ricettive) alle 40.849 totalizzate nel 2023 (di queste, 28.295 in ambito alberghiero e 12.554 nell’extra).

La città ha dimostrato, ancora una volta, grande capacità di reagire alle avversità: nel 2020, anno in cui esplose l’emergenza Covid, gli arrivi scesero a 15.604 e le presenze furono 27.085. Nei tre anni successivi, grazie all’impegno corale di istituzioni e privati, c’è stato un rapido recupero su entrambe le voci: gli arrivi nel 2021 erano già 21.001 e le presenze 39.675, nel 2022 erano saliti rispettivamente a quota 35.204 (arrivi) e 62.052 (presenze).

"Il forte aumento di visitatori e pernottamenti – commenta Anna Del Curto, presidente dell’Associazione mandamentale dell’Unione – evidenzia la sempre più marcata vocazione turistica di Chiavenna. Dati che fanno piacere e dai quali partiamo per raggiungere ulteriori risultati positivi: siamo tutti impegnati su questo versante con l’obiettivo di rendere la città sempre più accogliente per residenti e turisti con particolare attenzione al tema della sostenibilità".   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cresce il turismo a Chiavenna

SondrioToday è in caricamento