menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Tresenda, spacciatore di cocaina tenta la fuga sul Sentiero Valtellina: arrestato

Nei guai M.D., 33enne e dipendente di un'azienda tiranese

Ieri sera i Carabinieri della Stazione di Teglio hanno arrestato M.D., italiano 33enne accusato di detenzione di sostanze stupefacenti con finalità di spaccio, resistenza e lesioni aggravate a pubblico ufficiale .

Alle 19.30 circa, la pattuglia dei Carabinieri transitando in località Tresenda di Teglio, ha individuato una macchina che percorreva la pista ciclabile del sentiero Valtellina. I militari hanno deciso di procedere all’accertamento stradale, ma l’atteggiamento sospetto del conducente e le anomale circostanze hanno permesso l’ effettuazione di una perquisizione d’iniziativa.

L’uomo ha consegnato e depositato sul cofano dell’auto 550 euro e mentre faceva ciò, ha provavato a nascondere qualcosa lanciandola sotto l’auto. Il gesto non è passato inosservato e da terra i carabinieri hanno raccolto 3 involucri contenenti presumibilmente sostanza stupefacente. M.D. nella speranza di evitare le sue responsabilità facendo scomparire le prove dello spaccio, ha agguantato le palline bianche, che il militare aveva appoggiato accanto ai soldi sul cofano, ed è scappato a piedi lungo il sentiero.

Dopo pochi metri l'uomo è stato riacciuffato dai militari che, durante la colluttazione sono rimasti anche feriti.

La pattuglia è riuscita a bloccare l’uomo e a ritrovare la sostanza stupefacente che il 33enne aveva nel frattempo gettato lungo l’argine del fiume.

La perquisizione presso l’azienda tiranese, presso cui lavora M.D., permetteva il rinvenimento di un bilancino di recisione e di materiale usato per il confezionamento. Si confermava che la sostanze era cocaina, le perquisizioni permettevano di rinvenire 6 involucri, materiale per il confezionamento e i soldi che i carabinieri ipotizzano essere il provento dello spaccio

Il magistrato ha disposto l’arresto e la detenzione domiciliare di M.D. che tra qualche giorno dovrà presentarsi davanti l’Autorità Giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento