Si rompe l'arteria tiroidea con un banale colpo di tosse, salva grazie all’equipe di Chirurgia Vascolare

Caso rarissimo, dal 1930 ad oggi, esistono solo quindici casi al mondo di rottura spontanea dell’arteria tiroidea inferiore a causa di un colpo di tosse

Intervento di straordinaria eccezionalità quello effettuato dall ’equipe del dottor Gian Luca Canu, direttore della Chirurgia Vascolare di Asst ValtLario, presso il presidio ospedaliero di Sondalo. In urgenza, alle 3 del mattino di sabato 3 febbraio scorso, infatti, l ’equipe di Chirurgia Vascolare è stata allertata dal Pronto Soccorso di Sondrio dove era giunta, poco prima, una paziente con problemi respiratori.

La donna, 58 anni, valtellinese, aveva raggiunto il Pronto Soccorso accompagnata dai parenti proprio per effetto di un senso di soffocamento che la pervadeva e c he, ad accertamenti effettuati, si è appurato essere il prodotto della rottura spontanea dell’arteria tiroidea inferiore destra, provocata da un banale colpo di tosse.

"Una diagnosi particolarmente seria, quindi, - sottolinea il dottor Canu – e altrettanto eccezionale se si considera che, in letteratura, dal 1930 ai giorni nostri, esistono solo quindici casi al mondo di rottura spontanea dell’arteria tiroidea inferiore a causa di un colpo di tosse o di pressione provocata da uno sforzo fisico. Situazioni rarissime, ma che possono accadere e che, nel caso della nostra paziente, hanno prodotto un grosso ematoma, localizzato tra la vertebra cervicale, la trachea e l’esofago, dislocazione che minacciava di toglierle completamente il fiato".

Di una vera urgenza, quindi, si è trattato, per la quale è stato s ubito disposto il trasferimento della paziente al Morelli di Sondalo dove è stata allertata l’equipe di Chirurgia Vascolare e allestita la sala operatoria. Ad interve nire, il dottor Gian Luca Canu, primo operato re, e la dottoressa Maria Carlucci, che hanno effettuato l’embolizzazione in emergenza dell’arteria ricorrendo ad una tecnica mininvasiva in base alla quale "si accede all’arteria con una microspirale – spiega il dottor Canu – e si “naviga” al suo interno fino a raggiungere il punto di sanguinamento. Una volta raggiunto questo punto si procede alla chiusura, dall’interno, della parte lesa. Il tutto con paziente intubata per permetterle la respirazione".

Intervento che ha richiesto due ore di tempo e che è p erfettamente riuscito, permettendo alla paziente il trasferimento in Terapia Intensiva, pur se in completa sedazione. Per essere, poi, sottoposta, il lunedì successivo, ad un secondo intervento chirurgico di rimozione dell’ematoma, effettuato dall’equipe d i Chirurgia Toracica, guidata da Claudio Della Pona, primario della medesima, e dall’equipe di Chirurgia Generale, guidata dal direttore facente funzioni Pietro Taliente.

"Complimenti all’equipe di Chirurgia Vascolare per l’esecuzione perfettamente riuscit a di un intervento così particolare e difficile, ancor più per il fatto di essere stato effettuato in urgenza, - dichiara Giusy Panizzoli, direttore generale di Asst ValtLario – e per il successivo, importante, supporto garantito dalle Chirurgie Toracica e Generale. A conferma di quanto sia elevata la professionalità degli operatori di Asst ValtLario come singoli e in team".

l lavoro di squadra, infatti , degli operatori di Asst ValtLario, da coloro che hanno accolto la paziente in Pronto Soccorso a Sondrio , a coloro che le hanno diagnosticato il problema arterioso, fino alle equipe d i sala operatoria, ha permesso il recupero totale delle funzioni respiratorie della signora ricoverata che, nel giro di una settimana, è uscita dalla Terapia Intensiva per prose guire la degenza nel reparto di Chirurgia Vascolare .

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In viaggio senza documenti regolari, fermato e multato autobus svizzero ad Ardenno

  • Piogge abbondanti in arrivo, la Provincia chiude il ponte di Traona per sicurezza

  • Valtellinese ucciso durante un agguato nella Repubblica Dominicana

  • Registro attività storiche e di tradizione: a 9 valtellinesi il riconoscimento di Regione Lombardia

  • A Sondrio un nuovo sportello per persone con disabilità e le loro famiglie

  • La Bce stoppa la Banca Popolare di Sondrio, salta l'acquisizione della Cassa di Risparmio di Cento

Torna su
SondrioToday è in caricamento