rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
tragedia / Talamona

Boscaiolo morto, Talamona in lutto per Samuele Vairetti

Il giovane di 29 anni ha perso la vita in Val Tartano nel primo cantiere della sua società. Era padre da pochi mesi

Talamona in lutto per la scomparsa del giovane Samuele Vairetti, il boscaiolo tragicamente deceduto sul lavoro in Val Tartano nella mattinata di sabato 10 settembre. Stava trasportando del materiale con una funicolare quando qualcosa è andato storto. Il carrello, sganciandosi dalle funi che lo sostenevano, è improvvisamente piombato a terra, colpendolo a morte. Saranno i carabinieri, coadiuvati dagli ispettori di Ats della Montagna, a condurre le indagini per ricostruire l'esatta dinamica di quanto accaduto.

Quello in Val Tartano, precisamente in Val Corta, in località Bagini, era il primo cantiere della società Vairo Forest snc, la società costituita da Samuele insieme al fratello Oscar da un paio di mesi. Dopo aver lavorato come manovale prima e come boscaiolo in Ticino poi, Samuele nell'ultimo anno era tornato in Valtellina per aprire la sua attività.

cantiere Val Tartano Samuele Vairetti-2
Il cantiere in Val Corta teatro della tragedia (Ig)

Grandissimo lo sconforto di chi lo ha conosciuto e gli voleva bene. Solo pochi mesi era nato Carlo, il figlio avuto con la compagna Clelia. A Talamona Samuele, detto Zam, era molto noto per le sue tante passioni: il cavallo, le due ruote, bicicletta prima e moto poi, oltre che la montagna ed i cani. Una vita dinamica, nel pieno del suo vigore, tristemente spezzata in una mattina di settembre.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boscaiolo morto, Talamona in lutto per Samuele Vairetti

SondrioToday è in caricamento