menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sondrio, scuola primaria di via Bosatta: al via il progetto di riqualifica

Iannotti: "L’obiettivo è quello di avere un edificio completamente agibile sia dal punto di vista della sicurezza sia della fruibilità anche per gli utenti diversamente abili"

 Approvato il progetto esecutivo per la riqualifica della scuola primaria di via Bosatta e dell’edifico attiguo adibito attualmente a mensa.

“Parliamo di una struttura scolastica situata nel centro della nostra città - commenta il vice Sindaco e Assessore ai Lavori pubblici Michele Iannotti -. L’edificio verrà riqualificato e valorizzato grazie a lavori di ristrutturazione che lo renderanno più bello e funzionale da vivere, ma soprattutto più sicuro per bambini e insegnanti”.

I lavori, che interessano una superficie di quasi 1800 mq, comprendono: “La sostituzione del tetto in amianto (mensa Bernina), la sostituzione di due centrali termiche a Gasolio con un’unica centrale termica a Gas Metano che permetterà un risparmio economico annuo di circa 6 mila euro oltre che la riduzione di sostanze nocive immesse nell'aria con evidenti vantaggi in termini ambientali, la realizzazione di una rete antincendio, dell’illuminazione interna di emergenza e sicurezza, dei bagni per disabili, degli spogliatoi. Tutto l’edificio, inoltre, verrà messo a norma per l’antincendio, l’aspetto igienico sanitaria e l’accessibilità, verrà messo a norma l’impianto elettrico e verranno rifatti i bagni degli alunni e degli insegnanti” spiega l’Ing. Francesco Barri del Comune di Sondrio. I lavori inizieranno nel mese di aprile e si concluderanno con l’inizio dell’anno scolastico 2018/2019 seguendo un iter già concordato con la Dirigente e che prevede di effettuare durante la conclusione di questo anno scolastico i lavori meno invasivi, per non disturbare il normale andamento delle lezioni, e dedicare il periodo estivo ai lavori più complessi. Il costo dell’intervento è di 650 mila euro ed è interamente a carico dell’Amministrazione Comunale.

“L’obiettivo è quello di avere un edificio completamente agibile sia dal punto di vista della sicurezza sia della fruibilità anche per gli utenti diversamente abili - continua Iannotti -. Vorrei ringraziare l’Ufficio Tecnico che ha curato la progettazione, soprattutto l’Ing. Barri e l’Ing. Venturini. Come Amministrazione abbiamo dedicato grande attenzione alla riqualifica e alla messa in sicurezza degli edifici scolastici di proprietà comunale: negli ultimi 9 anni, infatti, sono stati investiti oltre 8 milioni di euro. Tra i lavori più recenti ci sono la scuola dell’Infanzia in via Toti appena inaugurata, l’intervento appena esposto e i lavori per la sistemazione della scuola di via Gianoli che inizieranno nel 2018 e avranno un costo di 750 mila euro. Si parla di quasi 1 milione di euro all’anno investiti nella riqualifica di edifici dedicati all’istruzione dei nostri bambini e ragazzi, cifra di non poco conto a dimostrazione che la sicurezza viene prima di tutto. Inoltre, gli interventi fatti in questi ultimi anni per la riconversione delle centrali degli edifici scolastici da Gasolio a Gas ci permettono un risparmio di circa 150 mila euro all’anno” conclude. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Cosa si può fare in zona arancione: le nuove regole spiegate

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento