Cronaca Prata Camportaccio

Valchiavenna, cani e droni per trovare il cacciatore scomparso da 10 giorni

Del 59enne Fedele Fallini non si hanno notizie da sabato 18 settembre

Nel pomeriggio di ieri, lunedì 27 settembre, si è svolta una nuova riunione della cabina di regia prevista dal Piano provinciale per le persone scomparse per fare il punto sulle ricerche e le azioni da mettere in campo per ritrovare Fedele Fallini, 59enne chiavennasco, di cui si sono perse le tracce da sabato 18 settembre, quando si era recato per caccia sui monti di Sparavera, sopra San Cassiano.

"Con il passare dei giorni le speranze di poterlo ritrovare in vita si sono purtroppo via via assottigliate e con riferimento a questo va la nostra massima vicinanza e solidarietà a familiari e amici. Dopo una settimana di ricerche non è stato purtroppo possibile rinvenire nessun segno, indizio o traccia di nessun tipo. Encomiabile l'impegno dei soccorritori coordinati da Soccorso Alpino e Soccorso Guardia di Finanza con Vigili del Fuoco e un gruppo di amici e cacciatori, conoscitori dei luoghi, eccezionalmente coinvolti nelle ricerche in considerazione della difficoltà di effettuare ricerche in luoghi così impervi per l'assenza di sentieri" ha dichiarato il sindaco di Prata Camportaccio, Davide Tarabini.

"È mio dovere sottolineare (se mai ce ne fosse bisogno) lo straordinario impegno e professionalità messi in campo dai soccorritori impegnati in condizioni ambientali veramente ostiche e impervie, senza lasciare nulla di intentato, anche attraverso utilizzo di elicotteri, droni, speciali apparecchiature in grado di inviduare sim telefoniche (se i telefoni sono accesi)" ha aggiunto Tarabini. 

Le ricerche proseguiranno per tutta la settimana alternando un monitoraggio delle aree boscate di mezza costa, con nuove ricerche in quota, avvalendosi anche di unità cinofile speciali, droni e cercando di localizzare con esattezza la cella intercettata dall'ultima telefonata fatta dal disperso sabato verso le 13.40 alla moglie per non tralasciare nessun elemento potenzialmente utile a circoscrivere le ricerche e favorire il ritrovamento. 

"Con l'inizio dell'autunno le giornate si accorciano e in quota le temperature si abbassano diventando tutto più difficile. Un sentito grazie e un rinnovato incoraggiamento ai soccorritori che per tutta questa settimana continueranno le ricerche. Grazie" ha concluso il primo cittadino valchiavennasco.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Valchiavenna, cani e droni per trovare il cacciatore scomparso da 10 giorni

SondrioToday è in caricamento