menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto di www.paesidivaltellina.itt)

(Foto di www.paesidivaltellina.itt)

Villa di Chiavenna, il Santuario della Madonna della Salute sarà restaurato con il con tributo della Comunità Montana

Iacomella: "Come Comunità Montana teniamo in particolare considerazione il patrimonio artistico religioso che è di pregevole valore e, soprattutto, sta a cuore ai valchiavennaschi"

Il grido d’allarme della parrocchia di Villa di Chiavenna, preoccupata per le condizioni critiche in cui versa il santuario della Madonna della Salute, non è rimasto inascoltato dalla Comunità Montana della Valchiavenna che ha stanziato 47 mila euro per contribuire al non più prorogabile intervento di restauro. La chiesa, costruita nel 1700 grazie alle offerte dei villaschi emigrati a Venezia, infatti, presenta un cedimento sulla navata centrale che necessita di lavori immediati.

«Come Comunità Montana teniamo in particolare considerazione il patrimonio artistico religioso che è di pregevole valore e, soprattutto, sta a cuore ai valchiavennaschi - sottolinea l’assessore alla Cultura e Identità Omar Iacomella -. Siamo già intervenuti per sostenere il restauro di altre chiese e lo faremo presto anche per quella della Madonna del Carmelo di Teggiate: le consideriamo parte della nostra identità, simboli religiosi e testimoni della nostra storia. La loro conservazione è la condizione essenziale per una valorizzazione, anche in chiave turistica, strettamente connessa ai due percorsi devozionali Mariano e San Colombano».

Anche il comune di Villa di Chiavenna è intervenuto con una somma di € 6200 a favore della chiesetta di Chete.

Soddisfazione espressa anche dal rappresentante economico della parrocchia di S. Sebastiano, Silvana Snider: << Siamo estremamente soddisfatti di questo importante aiuto che la comunità Montana della Valchiavenna ci ha assegnato. Il piccolo santuario di Villa è caro a tutta la Valchiavenna. Nei prossimi mesi procederemo con i lavori. Ci auguriamo al più presto di poter restituire alle comunità questo piccolo gioiello, affinchè se ne possa apprezzare il valore spirituale e artistico rinnovato>>

Il contributo per il recupero del santuario di Villa di Chiavenna si inserisce nel più ampio progetto di valorizzazione del patrimonio artistico religioso locale alla vigilia dell’avvio, entro la fine dell’anno, dei due itinerari tra fede, arte e sapori, quello Mariano e quello di san Colombano. La Comunità Montana della Valchiavenna ha promosso una serie di azioni per cogliere l’opportunità stanziando complessivamente 62 mila euro. Oltre ai 47 mila per contribuire al recupero del santuario della Madonna della Salute, sono compresi anche i tremila euro per il restauro della chiesa della Madonna del Carmelo di Teggiate di Montespluga e altrettanti al Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna e al Consorzio turistico di Madesimo per la promozione dei due itinerari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Chiuro in lutto, il covid si è preso don Attilio Bianchi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

SondrioToday è in caricamento